Il mare e la città

call for papers

scadenza: 30 ottobre 2013

La Rivista internazionale di cultura urbanistica TRIA - Territorio della Ricerca su Insediamenti e Ambiente lancia una call for papers sul tema "il mare e la città".

Si attendono contributi, teorici e operativi, illustranti esperienze di ricerca, piani e progetti, riferiti al contesto internazionale dai quali poter delineare un quadro comparativo delle differenti situazioni nazionali e continentali.

I contributi teorico‐metodologici e/o casi studio dovranno trattare le seguenti tematiche:

 Identità marittima e storia urbana Cultura marittima e culture urbane • Multiculturalismo nelle città di mare Rigenerazione delle aree urbane costiere • Architetture e spazi pubblici sul mare • Mare e sviluppo locale sostenibile • Città, porti e navigazione • Habitat marino e habitat urbano Valorizzazione dei paesaggi marittimi

Per il n.11 di TRIA è stato programmato un numero speciale aggiuntivo riservato a tutti gli articoli pervenuti in risposta alla call relativi alla città di Napoli.

Scadenza: 30 ottobre 2013.

Il mare e la città

Le città di mare hanno una forte identità fondata sulla fusione armonica di cultura urbana e cultura marittima e il mare può essere la principale risorsa per innescare i processi di sviluppo locale e la rigenerazione urbana. La call propone di spostare il baricentro dell'osservazione dalla terraferma al mare e, di lì, guardare la costa, gli elementi naturali e l'ambiente costruito. Guardare le città "dal mare" consente di cogliere aspetti peculiari, da una prospettiva originale, individuando nel mare una risorsa primaria per la rigenerazione urbana e per favorire i processi di sviluppo locale, così urgenti in questa fase di crisi.

Il nuovo punto di vista e l'approccio fortemente interdisciplinare consentono di riflettere in modo innovativo sui diversi aspetti dello sviluppo sostenibile - l'equilibrio ambientale, l'identità socio‐culturale, la crescita economica - in un'ottica "marecentrica" con il contributo dei diversi saperi.

Le operazioni di recupero del waterfront, la crescita dei porti, il traffico crocieristico, le pedonalizzazioni del lungomare e gli eventi sportivi legati al mare, attraverso questa ritrovata "visione dal mare" si trasformano in elementi di un processo più articolato: una pianificazione organica, con programmi condivisi di sviluppo economico, sociale e ambientale, di medio e lungo termine.

+ infowww.tria.unina.it

 

pubblicato in data: