DeiSign 2016: adeguamento liturgico e progettazione dello spazio sacro della Cattedrale di S.Maria del Bosco in Cuneo

concorso di progettazione aperta articolato in due fasi

iscrizione entro il 9 luglio 2016 | consegna entro il 9 ottobre 2016

La Diocesi di Cuneo, in collaborazione con l'Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana e l'Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Cuneo, ha organizzato un concorso di progettazione a procedura aperta, il cui tema verte sull'adeguamento liturgico e progettazione dello spazio sacro della Cattedrale di S.Maria del Bosco in Cuneo. L'obiettivo del concorso è di individuare il raggruppamento vincitore a cui assegnare l'incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva dell'opera, qualora questa venga realizzata.

Il concorso si sviluppa in due fasi

  • Nella prima fase, che si svolgerà in forma anonima, viene richiesto ai gruppi concorrenti un livello di elaborazione progettuale pari a una semplice proposta ideativa del progetto. Questa prima fase è volta all'individuazione da parte della giuria di n. 5 gruppi da ammettere - senza formazione di graduatoria né assegnazione di premi, alla seconda fase;
  • Nella seconda fase, riservata ai cinque gruppi selezionati nella prima fase, si richiede la redazione del progetto preliminare.

Per partecipare è necessario costituire gruppi multidisciplinari

La partecipazione al concorso è aperta a raggruppamenti che dovranno obbligatoriamente essere costituiti da

  • uno o più professionisti in forma singola o associata, regolarmente iscritti all'Ordine Professionale.

    Sono ritenute condizioni obbligatorie il fatto che il capogruppo sia un architetto e che nel raggruppamento sia inserito almeno
    - un giovane architetto con meno di cinque anni di iscrizione all'Albo professionale
    - uno storico dell'arte
    - una figura licenziata in liturgia
    - un artista.

Premi

Al progetto vincitore della seconda fase verrà corrisposto un premio di 8.000 euro e, se in possesso dei requisiti, la Diocesi affiderà l'incarico della progettazione definitiva ed esecutiva e la direzione e contabilità lavori. L'effettiva esecuzione dell'opera è vincolata alle autorizzazioni delle competenti soprintendenze ed alle scadenze ai sensi di legge.

Agli altri quattro gruppi ammessi alla seconda fase verrà corrisposto un rimborso spese pari a 2.000 euro per un montepremi totale di 16.000 euro. 

Bando

 

 

pubblicato in data: