Mosul Postwar Camp: un'infrastruttura di accoglienza per il ritorno degli abitanti di Mosul

concorso di idee per studenti e architetti

consegna entro il 6 dicembre 2017

I continui combattimenti per liberare la città irachena di Mosul, da quando l'ISIS ha scelto la Moschea Al-Nuri per dichiarare il califfato islamico nel 2014,  hanno portato molti degli abitanti a lasciare le loro case in cerca di posti più sicuri. Il 9 luglio 2017 è stata ufficialmente annunciata la liberazione dallo stato islamico, ma la guerra ha lasciato ricordi di orrori e cumuli e cumuli di macerie.

Ora con il cessare dei bombardamenti e delle esplosioni, iniziano a tornare migliaia di abitanti ad animare di nuovo le strade e i quartieri, ma in attesa della ricostruzione molti di loro si possono considerare rifugiati nella loro stessa città.

Per Archstorming - associazione fondata per trovare soluzioni architettoniche a problemi sociali attraverso il concorso di idee - è giunto il momento di pensare al loro futuro lontano dalla guerra e invita i progettisti a proporre soluzioni che attenuino la sofferenza della popolazione.

L'obiettivo del concorso è di creare un'infrastruttura, lungo le rive del fiume Tigre, che temporaneamente accolga un numero importante di rifugiati. L'infrastruttura dovrà ambire non solo a risolvere il problema dell'accoglienza, ma dovrà essere pensata per consentire di superare le sofferenze e il ricordo della guerra.

Possono partecipare al concorso studenti di architettura e architetti di qualsiasi nazionalità, potranno partecipare persone di altre discipline come filosofi, sociologi, fotografi etc.. se in team con un architetto.

Premi

- al primo classificato un premio di 4.000 euro
- al secondo classificato un premio di 1.000 euro
- al terzo classificato un premio di 500 euro
- 10 menzioni d'onore

Sito ufficiale del concorso www.archstorming.com

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: