Nuovi uffici giudiziari per la città di Catania

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

Consegna 1a fase entro il 6 aprile 2020

La Regione Siciliana si affida al concorso di progettazione per selezionare il miglior progetto della futura cittadella giudiziaria che si realizzerà, lungo il litorale Jonico, vicino al centro fieristico "Le Ciminiere" e la stazione ferroviaria. Il nuovo edificio si inserirà nell'area già occupata dal complesso dell'ex "palazzo delle poste" che si affaccia sull'importante arteria cittadina di viale Africa.

L'iniziativa è frutto di un protocollo di intesa sottoscritto tra la Regione Siciliana, il Consiglio Nazionale e l'Ordine Provinciale degli Architetti, in occasione della Conferenza Nazionale degli Ordini.

Il progetto dovrà avere caratteristiche architettoniche che ne denuncino la novità nel contesto e la funzione di "Edificio Pubblico", con requisiti di visibilità ed individualità architettonica, in una ricerca attenta a realizzare un nuovo e aggiornato organismo che si rapporti con l'esistente, valorizzando il nuovo e contemporaneamente relazionandolo semanticamente all'esistente. 

Il complesso dovrà perseguire obiettivi di qualità in termini di concept di paesaggio, integrando opportunamente spazi aperti e spazi costruiti e attribuendo alla presenza di spazi verdi e attrezzati un aspetto rilevante all'interno del nuovo Palazzo di Giustizia onde creare un paesaggio urbano identitario di alta riconoscibilità, in grado di costituire elemento di connessione e continuità tra gli spazi interni ed esterni.

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera è di 26milioni di euro.

Giuria primo grado

  • Prof. ing. Enrico Foti, Direttore del dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell'Università di Catania, con funzioni di Presidente
  • Dott. ing. Gaetano Fede, componente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri
  • Dott. arch. Paolo Colonna, Associato RPBW Renzo Piano Building Workshop di Parigi
  • Prof. ing. Rosario Lanzafame, Ordinario di Sistemi energetici presso l'Università di Catania
  • Avv. Antonino Anzalone, del Foro di Catania libero professionista
  • Dott. Ing. Giuseppe Grasso, dirigente presso l'Ufficio del Genio Civile di Catania

Premi

- il 1° classificato riceverà un premio di 99.000 euro
- il 2°, 3°, 4° e 5° classificato riceveranno ciascuno un premio di 16.500 euro
gli importi sono al netto di oneri previdenziali e I.V.A.

Bando e documentazione concorsiawn.it

pubblicato in data: