Open call Bivouac. Installazioni effimere a Losanna per ripensare la città del futuro

open call - residenza per artisti e architetti

Consegna entro il 1 maggio 2020

A Losanna l'associazione Labor lancia la sua prima iniziativa, Bivouac, una call for project per selezionare 15 progetti artistici e architettonici che andranno a comporre una mostra dedicata alla città che dal 30 ottobre all'8 novembre animerà i suggestivi spazi del quartiere Rasude, solitamente inaccessibile al pubblico.

Partendo dall'idea di "bivacco" come spazio di fortuna, provvisorio, fortemente legato al contesto e all'aiuto reciproco, l'iniziativa punta a riflettere sulle forme fragili, agili e transitorie della città contemporanea e futura, ripensando il nostro modo di abitare, di condividere e di vivere insieme ed interessandosi ai potenziali della costruzione effimera.

I 15 partecipanti, selezionati sulla base di una proposta progettuale e un dossier di presentazione, saranno chiamati a realizzare il progetto durante una residenza in loco di sei giorni, nell'idea di favorire una riflessione globale sul tema della città e di favorire il dialogo tra i diversi protagonisti.

Durante la mostra inoltre, dibattiti, performance e proiezioni arricchiranno i contenuti proposti dagli artisti/architetti.

Partecipazione

La call si indirizza principalmente ad artisti, architetti, paesaggisti ed urbanisti ma tutti coloro che si occupano di attività professionali nel campo dello sviluppo urbano possono sottomettere una candidatura.

Rimborso

Un budget massimo di CHF 8.000 è previsto per ogni progetto, sotto riserva a seconda del budget generale a disposizione di Bivouac

Ogni partecipante è inoltre libero di trovare altre forme di finanziamento complementare.

Calendario

  • 25 marzo 2020, ore 10.00  + 28 marzo 2020, ore 14.00 | sopralluogo (iscrizione su: concours@labor-lausanne.ch)
  • 1° maggio 2020 | data limite per l'invio dei progetti
  • metà maggio 2020 | annuncio dei candidati selezionati
  • 19 - 25 ottobre 2020 | residenza e montaggio
  • 29 ottobre 2020 | vernissage
  • 30 ottobre - 8 novembre 2020 | mostra

Giuria

  • Ariane Widmer | architetto e presidente LABOR
  • Cyril Veillon | direttore Archizoom e vice-presidente LABOR 
  • Léonore Porchet | consigliere nazionale, membro del comitato LABOR 
  • Hélène Demont | responsabile Mobimo, membro del comitato LABOR 
  • Olivier Cochet | rappresentante CFF e membro del comitato LABOR
  • Agnès Doepper | membro del comitato LABOR
  • Séverin Guelpa | artista e "porteur" del progetto LABOR 
  • Pierre Cauderay | architetto e "porteur" del progetto LABOR 
  • Un artista esperto invitato
  • Un architetto esperto invitato

Bando

Documentazione completa

pubblicato in data: