ATA | Architectural Thesis Award 2022

premio per tesi di laurea (under 35) promosso da Archistart

pubblicato il:

Iscrizioni entro il 10 ottobre | Consegna entro il 17 ottobre 2022

L'associazione culturale Archistart lancia una nuova edizione - la sesta - di ATA - Architectural Thesis Award, il riconoscimento internazionale istituito per valorizzare, premiare e dare visibilità a giovani talenti del mondo dell'architettura. All'autore della miglior tesi di laurea sarà assegnato un premio di 2.000 euro.

Quest'anno il concorso è riservato a tutti i laureati in architettura e ingegneria edile under 35 che abbiano discusse una tesi triennale o magistrale tra gennaio 2018 e settembre 2022.

Si possono candidare tesi sviluppate negli ambiti di:
- progettazione architettonica 
- architettura di riuso/restauro
- architettura del paesaggio e urbanistica
- strutture e sistemi tecnologici

I progetti saranno valutati sulla base della qualità progettuale, della chiarezza e capacità rappresentativa che dovrà essere in grado di esplicitare al meglio il contenuto. È consigliato includere le piante principali, le sezioni (parziali o totali), viste 3D. Sono consentite anche brevi didascalie purché scritte in italiano o inglese.

La quota di partecipazione è di 50 euro.

Bando e informazioni
[ archistart.net ]

Cosa è successo nell'edizione precedente

I partecipanti alla quinta edizione sono stati 105 ragazzi di 15 diverse nazionalità con 81 progetti .

A vincere l'ATA2021 la tesi "Fin dove si vede" dell'architetto Enrico Lanfredini, scelto dalla giuria "per la capacità di inserire efficacemente in un non luogo costellato di capannoni industriali privi di identità formale un progetto che reinterpreta in modo convincente l'utilizzo dei materiali che hanno contraddistinto gli edifici tipicamente agricoli della bassa padana nel secolo scorso. L'eleganza e la sobrietà degli interni rappresentano in modo convincente l'identità del marchio di cui si presuppone sarà la sede. [...]". 

vincitore ATA2021 | "Fin dove si vede", architetto Enrico Lanfredini

Si sono aggiudicati rispettivamente il secondo e terzo posto i progetti Metabolizing Metabolism - Post individual architecture di Francesca Prini, Selene Rini, Nicole Vettore e Living side by sideLiving Side by Size: rethinking the threshold between home and the city del team composto da Davide Antolini, Matteo Leverone, Simone Marzorati.

→ maggiori informazioni su archistart.net