Festival Gibellina Photoroad. Cercasi un fotografo e un architetto per un'installazione site specific

open call | residenza a Gibellina e workshop alla Triennale Milano

pubblicato il:

Candidature entro il 9 settembre 2022

È aperta la call di Gibellina Photoroad che, in collaborazione con Triennale Milano, selezionerà un fotografo/a e un architetto/a per trascorrere un periodo in residenza a Gibellina, al fine di progettare un'installazione open air e site-specific che sarà presentata durante la quarta edizione del Festival, in programma dal 28 luglio al 30 settembre 2023.

Alla residenza seguirà un workshop dal titolo "PRATICHE CURATORIALI NELLO SPAZIO PUBBLICO" che si terrà a Milano in Triennale, con l'obiettivo di approfondire la relazione tra fotografia e architettura nella progettazione di esposizioni temporanee che coinvolgano pubblico e abitanti.

La residenza

La residenza si concentrerà sull'ideazione di un'installazione pensata per una delle piazze più emblematiche della città: il "Sistema delle Piazze" progettato da Franco Purini e Laura Thermes tra il 1982 e il 1990.

Si tratta di un portico mercato di grandi dimensioni, composto da tre piazze connotate tra architettura semplice e geometrica, che racchiude una stratificazione complessa e una pluralità di segni e forme

Il progetto allestitivo si concentrerà su Piazza Rivolta del 26 giugno 1937, la prima delle tre, a cui si accede attraverso una grande porta, definita sui tre lati dall'opera di Nanda Vigo "Tracce Antropomorfe", da un porticato e da 15 piramidi a gradoni disposte su due file parallele.

Modalità di partecipazione

La partecipazione è gratuita. Sarà possibile partecipare singolarmente o in gruppo, senza limiti di età.

Le proposte dovranno essere inviate, entro il 9 settembre, all'indirizzo call@gibellinaphotoroadfestival.com.

Per la candidatura è richiesto l'invio di una biografia (max 1000 battute spazi inclusi), di una lettera motivazionale (max 1500 battute spazi inclusi) e di un portfolio di immagini (max 5 mega).

Giuria

  • Matteo Balduzzi (Curator Mufoco/Museo di Fotografia Contemporanea)
  • Nina Bassoli (Curator Architecture, Urban regeneration, Cities, Triennale Milano)
  • Lorenza Bravetta (Curator Photography, Cinema and New media, TriennaleMilano)
  • Arianna Catania (Director Gibellina Photoroad / Open air & Site-specific Festival)
  • Enzo Fiammetta (Director Museo delle Trame Mediterranee/Fondazione Orestiadi)
  • Claudia Mainardi (Co-Founder FosburyArchitecture)

Premio

Il fotografo e l'architetto selezionato riceveranno un rimborso di 4.000 euro ciascuno (iva compresa) per coprire  tutte le spese comprese quelle di viaggio, vitto e alloggio durante la residenza a Gibellina e il workshop a Milano.

Le spese per la produzione della mostra e l'ospitalità durante legiornate di apertura del festival (28-29 luglio 2023) saranno interamente a carico dell'organizzazione.

Bando
[ gibellinaphotoroadfestival.com ]