La riscoperta del centro

Strategie Architettoniche e Invenzioni Artistiche per la Rocca di Fontanellato

Fontanellato (PR), 26 febbraio - 2 marzo 2010

Workshop progettuale promosso dal Comune di Fontanellato e dal Dipartimento di ingegneria civile, dell’ambiente, del territorio e architettura, Facoltà di architettura, Università degli Studi di Parma, a cura di Chiara Visentin con Monica Bruzzone, Marco Vallora e Marcello Marchesini.

Spazi per partecipare Idee e proposte per riorganizzare e ridare ai cittadini gli ambiti di Rocca San Vitale ora adibiti a spazi direzionali del Comune. Le proposte considereranno la sistemazione, organizzazione e adattabilità di tali sale dal punto di vista architettonico, proponendo progetti e suggerimenti per il loro utilizzo in varie ore della giornata e per diversi utenti.

Luoghi per esporre Selezionati in concerto con l’Amministrazione gli spazi della Rocca ove si rendono necessarie nuove strategie comunicative e progettuali di allestimento museale, le idee considereranno una più strategica ed innovativa modalità di riorganizzazione allestitiva non solo della collezione prescelta ma anche nella previsione di una possibilità per nuovi materiali da esporre, anche per mostre temporanee.

I Vuoti della Rocca All’interno della Rocca di Fontanellato vi sono ambiti esterni alcuni molto, altri meno riconoscibili, spesso solo risultanti tra sale o spazi più importanti. Ridare valore a questi luoghi, proponendo nuovi usi anche temporanei, anche legati ad eventi concomitanti del paese, è il compito del gruppo che penserà ad allestimenti più o meno provvisori per eventi cittadini già programmati o tutti da inventare.

L’arte in ogni luogo Non solo Rocca San Vitale ma l’intera piazza circostante ad essa sono i luoghi dove sperimentare nuovi spazi per l’arte che può configurarsi nelle sue più svariate discipline: la musica, le arti applicate, la danza, il teatro, la fotografia, il cinema e la video arte, le arti a noi più contemporanee. Si eleggono spazi e luoghi sia all’interno che all’esterno della Rocca per ripensarli e concederli alla leggerezza, all’ironia o alla malinconia dell’arte.

Nuovi segni antichi cammini Ripensare i segni e le indicazioni, che individuano sia nella Rocca che nei suoi limiti esterni più prossimi i momenti significativi, non è solo compito di un designer grafico, ma è necessità principalmente di un architetto che capisce cosa indicare, come farlo, quale impatto negli assi visivi di una città storica possono avere tali segni e segnali, quali materiali usare, etc. Il compito di questo gruppo sarà quello di ripensare attraverso una lettura più contestuale le indicazioni che possono servire al turista ma anche al cittadino a ritrovare nel Borgo in prossimità della Rocca quei luoghi continuamente visti ma mai guardati con attenzione.

+ info: www.workshoplariscopertadelcentro.it

pubblicato in data: