Genova: il limite della città_01

workshop di fotografia

Genova, 10 - 12 maggio 2013

La città di Genova, per la sua particolare orografia compressa tra il mare e le montagne, contiene diverse tipologie di limiti: tra città e porto, tra città e industria, tra città e campagna. Tali limiti saranno il tema del workshop di fotografia tenuto dall'architetto Emanuele Piccardo. Lo scopo è indagare quei luoghi marginali e di confine dei territori in trasformazione, terre di mezzo dove coesistono usi mutevoli degli spazi urbani. In questa porzione di città in between, a ponente del centro storico genovese, si collocano quelle funzioni che hanno necessità di spazio, come le catene della grande distribuzione nell'ex area industriale di Campi, sottoposta per un ventennio a grandi riconversioni funzionali.

Le trasformazioni in atto modificano il paesaggio visivo definendone uno nuovo costituito da una stratificazione di segni e forme apparentemente giustapposte, che producono nuove centralità urbane 'a tempo' con diversificazioni funzionali radicali, nel passaggio dal vissuto quotidiano diurno alla vita notturna. Il limite che si vuole esplorare definisce una netta demarcazione tra un fronte della città verso il mare, la foce del fiume Polcevera e l'area dell'acciaieria Riva, e un retro verso l'entroterra e le montagne. Un contesto denso di funzioni, edifici, spazi e infrastrutture che si intersecano tra loro, in uno dei rari spazi aperti di Genova.

Con questo primo workshop, si vuole indagare pertanto il limite tra la città e l'industria, tra il commercio omologo degli shopping mall e l'area industriale dell'Ansaldo. Il workshop vuole essere un momento di riflessione visiva sul concetto di limite, sia esso fisico, spaziale, mentale o linguistico, analizzato attraverso una lenta indagine sul campo, con una esplorazione fotografica dei luoghi che ha per fine la costruzione di un atlante fotografico di un territorio, per esplorare, con workshop successivi, i molteplici limiti e confini della città.

Il workshop prevede 2 fasi:

TEORIA: verranno presentate le ricerche di alcuni fotografi esemplari tra i quali Walker Evans, Lee Friedlander, William Eggleston, Robert Adams, Guido Guidi, Vittore Fossati.

INDAGINE SUL CAMPO: consiste nel fotografare individualmente l'area stabilita con uscite sul campo di gruppo. Alla fine del workshop ogni partecipante dovrà produrre una sequenza fotografica di 10 fotografie.

COSTO: € 200,00 + IVA 21%
Partecipanti max 15 iscritti. Il workshop si attiva con un minimo di 10 iscritti.

Appuntamento: Genova, 10 - 12 maggio 2013 | Chiusura iscrizioni: 30 aprile 2013
Info e iscrizioni email piccardo@archphoto.it | website www.plugin-lab.it


Emanuele Piccardo (Genova, 1972)
Laureato in architettura a Genova nel 2000 è fotografo e filmaker. Partecipa al dibattito architettonico e fotografico attraverso la scrittura per riviste di settore (Domus, Il Giornale dell'Architettura) e per quotidiani nazionali. Nel 2002 fonda, insieme a Luca Mori, Archphoto.it la prima webzine dedicata al rapporto tra l'architettura e le arti visive: un archivio di progetti, interviste video ad artisti, architetti, storici e critici. Fotografo professionista dal 1996 ha partecipato a mostre fotografiche in Italia e all'estero, la sua ricerca fotografica si concentra sulle modificazioni del paesaggio urbano e antropizzato.

Le sue opere sono conservate al Cabinet des Estampes et de la photographie/Bibliothèque Nationale de France su invito di Jean Claude Lemagny, e presso la collezione del MAXXI Architettura a Roma. All'attività artistica associa l'ideazione e la cura di progetti culturali con l'obiettivo di diffondere il pensiero contemporaneo nella società civile attraverso convegni, workshop, mostre e libri interagendo con differenti discipline quali arte, architettura, cinema e fotografia; enfatizzando così un'attitudine alla interdisciplinarietà.

web emanuelepiccardo.wordpress.com

pubblicato in data: