Serie fotografica con Martin Kollar

pubblicato il:

Polignano a Mare (BA), 25 - 28 settembre 2014

Lab - Laboratorio di fotografia di architettura e paesaggio, in collaborazione con la Fondazione Maria Rossi Onlus, organizza un workshop guidato dal fotografo slovacco Martin Kollar. Obiettivo: costruire un progetto fotografico di lettura e documentazione.

Durante le quattro giornate, Martin Kollar aiuterà i partecipanti a sviluppare il proprio lavoro e a costruire in maniera coerente una propria serie fotografica.

Le attività seminariali e di discussione si svolgeranno all'interno del sito archeologico della Masseria Madonna di Grottole, nei pressi di Polignano a Mare.

Il workshop, come i precedenti, farà parte di Adriatic Coast to Coast, grande progetto internazionale di lettura dei territori che si affacciano sull'Adriatico, con capofila il SiFest di Savignano sul Rubicone. Ed è il quinto appuntamento della serie di workshop internazionali di fotografia "Southern Photographs".

La quota di partecipazione al workshop è di 170 €. Il workshop è a numero chiuso e prevede un numero massimo di 15 partecipanti. Le domande, accompagnate da portfolio personale, dovranno essere inviate a info@labfotografia.it entro il 10 settembre.

Appuntamento: 25 - 28 settembre 2014
masseria Madonna di Grottole, Polignano a Mare (BA).

Contatti: email - info@labfotografia.it | tel. +39 320 5529922 (Giuseppe) | www.labfotografia.it


Martin Kollar

Nato a Zilina in Cecoslovacchia (ora Slovacchia), ha studiato presso l'Accademia delle Arti dello Spettacolo di Bratislava. Lavora come fotografo freelance e direttore della fotografia da quando si è diplomato. Kollar è solito lavorare su progetti a lungo termine (Europa dell'Est, Francia, Germania, Israele).

Ha ricevuto diverse borse di studio e premi, tra cui l'Oscar Barnack Award, il 3PPP photography grant e il Backlight Photography Award in Finlandia. I suoi lavori sono stati esposti in tutto il mondo presso prestigiosi musei e istituzioni, come la Maison Européenne de la Photographie a Parigi, il Martin-Gropius-Bau di Berlino, Le Chateau d'Eau a Tolosa Francia, il MOCA di Shanghai e il Guandong Museum of Art in Cina.

Ha pubblicato tre libri di fotografia, Nothing Special (Actes sud 2008), Cahier (Diaphane 2011), Field trip (Mack 2013). Per quest'ultimo progetto, è stato insignito nel 2014 del prestigioso Leica Oskar Barnack Award.

Ha lavorato in diversi film come cameraman, tra i quali: Velvet terrorists (fiction); Cooking, history (documentario); Across the border: Five views from Neighbours (documentario, sezione "Helpers"); 66 Seasons (documentario); Ladomirova morytates and legends (documentario); In the Box (animazione).

web www.martinkollar.com