SiBeCu - Sisma e Beni Culturali. Programma di alta formazione sulla vulnerabilità sismica del patrimonio storico

5 moduli di formazione intensiva

Milano, 7 giugno - 6 luglio 2019

Dal 7 giugno al 6 luglio si terrà a Milano SiBeCu - Sisma e Beni Culturali un programma intensivo di alta formazione in 5 moduli incentrato sullo studio della vulnerabilità sismica sugli edifici e sugli agglomerati urbani storici.

L'insieme dei corsi è stato ideato da HyLab, laboratorio di ricerca e sviluppo per i Beni Culturali di HYDEA Spa, e si svolgerà presso la Cascina Cuccagna, edificio seicentesco in cui è in corso, in collaborazione col Politecnico di Milano PRECURSOR, un progetto pilota di prevenzione del rischio sismico selezionato da Fondazione Cariplo per "Beni Culturali a Rischio 2018-2020"

Il programma formativo è pensato per professionisti giovani o a metà carriera, che cercano una formazione specifica nel settore, ma anche per figure tecniche e amministrative-gestionali che si occupano a diverso titolo di Beni Culturali e cercano uno strumento formativo per acquisire in breve tempo competenze e strumenti immediatamente applicabili.

Il corso si struttura in 5 moduli indipendenti, ognuno corrispondente a 2 giorni di formazione intensiva, con lezioni frontali, workshop di gruppo e attività di laboratorio.

SiBeCu - Sisma e Beni Cultural i è un progetto di HyLab promosso da Cascina Cuccagna e On Impresa Sociale con la collaborazione di HYDEA Spa, Università Politecnico di Milano, Fondazione Cariplo.

Brochure

SiBeCu | Programma formativo

  • MODULO 1 | 7 - 8 giugno 2019 | 15 cfp
    Il rischio sismico per i beni culturali: aspetti generali, meccanismi di danno, criteri di analisi.
    Il primo modulo offre un approfondimento sul tema della prevenzione sismica nei beni culturali, affrontando le metodologie di analisi del rischio e chiarendo i principali meccanismi di danno. Due specialisti si alterneranno sui temi del ‘risk assessment' e sugli aspetti tecnici del comportamento sismico degli edifici storici. 
  • MODULO 2 | 14 - 15 giugno 2019 | 15 cfp
    Analisi di vulnerabilità: criteri metodologici e procedure
    Il secondo modulo affronta il tema cardine della prevenzione sismica: l'analisi della vulnerabilità, di cui verranno analizzati i criteri metodologici e le procedure. I partecipanti potranno verificare in modo diretto le procedure grazie alla presentazione di numerosi casi studio e un'esercitazione che prevede un lavoro in piccoli gruppi con la compilazione di schede speditive di analisi della vulnerabilità, la loro immissione su tablet e la verifica finale dei risultati.
  • MODULO 3 | 21 - 22 giugno 2019 | 15 cfp
    La diagnostica, il rilievo di dettaglio e la modellazione FEM a servizio delle valutazioni di vulnerabilità
    Il terzo modulo si concentrerà sulle fasi che precedono la progettazione e quindi sugli aspetti di diagnostica, di rilievo e di modellazione FEM.
    Un esperto di rilevazione offrirà un excursus sulle tecniche più innovative utili alla comprensione del rischio sismico di un edificio e per il suo monitoraggio.
    Un esperto di diagnostica darà invece dimostrazione pratica delle tecniche non invasive e micro-invasive.
    Infine, un ingegnere strutturista specialista in ambito storico guiderà i partecipanti nel tema della corretta modellazione di questo delicato patrimonio.
  • MODULO 4 | 28 - 29 giugno 2019 | 15 cfp
    Il progetto di restauro e miglioramento sismico su un bene culturale
    Il quarto modulo affronta il tema del progetto nell'ambito della prevenzione sismica, a cavallo tra restauro e miglioramento sismico. Trattandosi di un argomento multidisciplinare, il programma si avvarrà di numerose e diverse professionalità, a partire da specialisti di restauro strutturale, a ingegneri che, con approcci diversi, affrontano le progettazioni in questo ambito, fino a esperti di materia normativa, che potranno contribuire a offrire una visione complessiva su questo articolato argomento.
  • MODULO 5 | 5 - 6 luglio 2019 | 15 cfp
    Le tecniche d'intervento per i beni culturali in zona sismica
    Il quinto modulo si concentra sulle tecniche di intervento ed è quindi il naturale completamento del percorso formativo, anche se può essere affrontato anche indipendentemente dal partecipante esperto. Per offrire un approccio multidisciplinare i corsi vedranno il coinvolgimento di tre specialisti, un architetto esperto di interventi di restauro strutturale e due ingegneri con una lunga esperienza pratica e metodologica di interventi strutturali sul costruito ai fini di ridurre la vulnerabilità sismica.

Docenti

  • Luciano Ardito | Ingegnere, specializzato nella consulenza e fornitura di servizi nel campo della diagnostica strutturale, monitoraggio, rilievi tridimensionali, prove in sito e di laboratorio su elementi strutturali e materiali da costruzione.
  • Giovanni Cangi | Ingegnere libero professionista e associato di ricerca presso l'Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR.
  • Rossella Di Lauro | Architetto e libera professionista, da oltre dieci anni collabora alla progettazione e direzione dei lavori sulle strutture archeologiche del sito archeologico di Ercolano, nell'ambito dell'Herculaneum Conservation Project.
  • Matteo Gilberti | ingegnere, è partner e socio fondatore della società di ingegneria Work in Progress Srl. A partire dal 2003 si è occupato di servizi di verifica e controllo della qualità dei progetti nell'ambito di interventi di natura pubblica e privata.
  • Fabio Maroldi | Architetto, dottore di ricerca AUIC e docente incaricato presso il Politecnico di Milano per l'insegnamento "Strutture e criteri di progettazione antisismica".
  • Paola Pesaresi | Architetto che si occupa da oltre vent'anni di conservazione e manutenzione di siti storici e archeologici.
  • Sandra Tonna | Architetto libero professionista e dottore di ricerca in Conservazione dei Beni Architettonici. Collabora con il Politecnico di Milano e l'Università Tecnica di Atene (NTUA).
  • Fabio Vanerio | Architetto, svolge attività di libera professione e di docenza presso il Politecnico di Milano. Si occupa di progettazione architettonica ed ingegneristica attraverso l'implementazione BIM.
  • Giovanni Vercelli | Ingegnere libero professionista, si occupa di progettazione, direzione lavori e collaudo di opere strutturali dal 1976. È esperto di adeguamento e miglioramento sismico.

Quota di partecipazione

  • Costo di un modulo | 2 giorni di formazione (16 ore)
    400 euro, iva inclusa
  • Costo complessivo | 5 moduli formativi (80 ore)
    2.000 euro, iva inclusa

Le iscrizioni avvengono online sul sito sibecu.com.

Crediti formativi professionali

Per ogni modulo previsto dal programma formativo sono riconosciuti dalla Consulta Regionale Lombarda degli Architetti 15 crediti formativi professionali (cfp).

Per il rilascio dei crediti formativi, gli architetti dovranno obbligatoriamente iscriversi anche sulla piattaforma IM@TERIA, ricercando il corso tra gli eventi di Consulta AL.

SIBECU - SISMA E BENI CULTURALI
Cascina Cuccagna
via Cuccagna, 2 - Milano
7 giugno - 6 luglio 2019
+ info:
 www.sibecu.com

giu 07
lug 06

SiBeCu - Sisma e Beni Culturali. Programma di alta formazione sulla vulnerabilità sismica del patrimonio storico 5 moduli di formazione intensiva
Cascina Cuccagna, via Cuccagna 2, Milano

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: