testo a cura di

La storia dell'Architettura Occidentale è lunga millenni e affonda le sue radici agli albori della civiltà, a partire dal terzo millennio a.C. e la cosiddetta età del bronzo. Nonostante questa storia millenaria segnata da invenzioni secolari e edifici che è possibile ammirare ancora oggi, l'Architettura Contemporanea è riuscita a ritagliarsi un ruolo di rilievo, soprattutto grazie ad alcune autorevoli figure che hanno dedicato la propria vita allo studio di soluzioni architettoniche nuove e adatte all'uomo moderno.

L'Architettura Contemporanea, o più correttamente "moderna", si è sviluppata nell'arco della prima metà del secolo scorso, dall'inizio fino agli anni Ottanta, ed è stata caratterizzata da diversi stili e concetti che hanno rivoluzionato l'architettura tradizionalmente conosciuta fino ad allora influenzando tutto quello che è venuto dopo, fino ai giorni nostri.

Possiamo dire che il principio cardine che riassume il passaggio dall'architettura tradizionale all'Architettura Contemporanea è la funzionalità che deve essere caratteristica principale e necessaria di ogni edificio perché sia adatto alla vita moderna segnata dall'introduzione delle nuove tecnologie nella vita di tutti giorni e dall'integrazione e il rispetto per l'ambiente circostante, resosi necessario a causa della sempre più estesa urbanizzazione delle aree verdi.

Ma quali sono i maestri che hanno reso l'Architettura Contemporanea Occidentale così incisiva?

Vediamo le 4 figure principali che hanno segnato lo scorso secolo nell'elenco di seguito.

Walter Gropius

Il primo degli illustri maestri dell'architettura contemporanea occidentale che presentiamo è il figlio d'arte, Walter Gropius, fondatore della rinomata scuola d'arte berlinese Bauhaus, movimento che prendeva piede dagli strascichi della rivoluzione industriale e dalla crescita del proletariato.

Famosi sono i suoi lavori nelle periferie, dalle case a schiera alle scuole fino ad arrivare a quella che è la sua opera più famosa (e Patrimonio dell'Unesco), le Officine Fagus, una vera e propria fabbrica di scarpe ripensata sulle basi delle teorie più rivoluzionarie di Gropius, come l'uso di materiali diversi per la costruzione degli edifici (si vedano le grandi superfici vetrate utilizzate al posto dei tradizionali mattoni) e la concezione Moderna secondo la quale gli edifici dovessero essere compatti e belli nella loro interezza, senza particolari elementi decorativi o preponderanti sugli altri.

Le Corbusier

Tra le figure più influenti dell'Architettura Contemporanea, annoveriamo sicuramente il francese Le Corbusier, forse il più famoso tra gli architetti europei del secolo scorso.

La più grande intuizione di Le Corbusier, e il suo lascito per le generazioni future, è forse quella di essersi scostato decisamente dalla concezione passata di un'architettura ornamentale e grandiosa, ancora viva fino all'art nouveau, e aver rimesso la dimensione umana al centro di quest'arte. Ricordiamo soprattutto i suoi studi sulla casa come perfetta "macchina dell'abitare" e il suo manifesto con i 5 punti cardine dell'architettura moderna, validi ancora oggigiorno.

Ludwig Mies Van Der Rohe

Un altro dei padri dell'Architettura Contemporanea è sicuramente Ludwig Van Der Rohe, ideatore dell'attualissimo slogan "Less is more", ancora largamente preso come riferimento ai giorni nostri non solo in architettura ma anche in tantissimi altri campi artistici nonché tecnologici.

Van Der Rohe è stato un architetto molto prolifico e sempre fedele alla sua idea di architettura semplice e funzionale; tra i suoi vari esperimenti rientrano il compatto e funzionale grattacielo newyorkese Seagram Building, completamente in vetro, e diversi edifici realizzati "a pianta libera" e con forme squadrate ed essenziali, come il famoso padiglione di Barcellona e la Casa Farnsworth.

Frank Lloyd Wright

Una delle caratteristiche più rivoluzionarie dell'Architettura Contemporanea è il suo essersi affermata grazie all'influenza reciproca di tutto il mondo occidentale, quindi non solo grazie ai grandi maestri Europei, ma anche grazie a figure cardine del nuovo mondo, come l'americano Frank Lloyd Wright.

Non possiamo non citare qui i suoi studi dell'edificio in rapporto all'ambiente circostante e, in particolare, alla natura, ancora preponderante negli Stati Uniti di inizio secolo. In particolare, secondo Wright, la casa era l'elemento che creava armonia ed equilibrio tra l'uomo e la natura: emblematico esempio di questa architettura detta organica è la suggestiva Casa sulla Cascata.

Se sei interessato a saperne di più e conoscere tutta la grande storia dell'Architettura Occidentale, compresi i suoi protagonisti, le opere e le curiosità, segui il video-corso completo di Storia dell'Architettura organizzato in comode lezioni visibili in qualsiasi orario, in offerta per i lettori di professionearchitetto a soli 99€ anziché 349€ fino a fine mese con il codice PROFESSIONESTORIA!

 Video-corso completo di Storia dell'Architettura a 99€ anziché 349€