Le biopiscine. Tecniche e realizzazioni

seminario

Bologna, 28 marzo 2008

"MAJA natura & architettura" organizza nella giornata di venerdì 28 marzo 2008 il seminario: "LE BIOPISCINE. TECNICHE E REALIZZAZIONI" mirato alla conoscenza delle tecniche di realizzazione delle biopiscine sviluppatesi negli ultimi anni e che hanno permesso la realizzazione di veri laghetti naturali controllati, in cui la funzione di filtraggio e depurazione delle acque viene svolta da particolari specie vegetali e da filtri naturali.

Organizzazione: MAJA natura & architettura
Data: venerdì 28 marzo 2008
Durata: 8 ore
Orario: 10 - 14; 15 - 19
Sede: Bologna
Target: Laureati / laureandi in architettura, agraria, ingegneria, progettisti, geometri.
Docenti: Mauro Lajo, Paul Luther, Squizzato Marco

Argomenti: Introduzione alla biopiscine. Cenni di storia e teoria. Classificazione delle biopiscine. Cenni di biologia e microbiologia. La depurazione delle piante. La progettazione e le modalità realizzative. La legislazione.

Informazioni e iscrizioni: maja.formazione@libero.it
www.skygardenproject.it | www.abitarenaturale.net | www.culturadelverde.it

La frontiera del lusso oggi si chiama biopiscina, un vero e proprio laghetto naturale controllato in cui tuffarsi ad ogni ora del giorno e della notte. Da qualche anno si stanno diffondendo anche in Italia le realizzazioni di piscine biologiche, per molti anni utilizzate esclusivamente nei Paesi nordici. Una piscina biologica è innanzitutto un modo nuovo e antico allo stesso tempo di immergersi nella natura, di diventarne parte. Nella piscina biologica la depurazione dell'acqua non avviene ad opera di sostanze chimiche, che non sono in alcun modo presenti, ma grazie a principi esclusivamente naturali. L'acqua risulta così morbida sulla pelle, leggera, persino profumata. Una piscina biologica può essere progettata e realizzata con diverse modalità, seguendo diversi tipi costruttivi che sono stati raggruppati per comodità in cinque categorie, che vanno dalla piscina completamente naturale, nella quale non vi è l'ausilio di nessun impianto, attraverso categorie intermedie fino ad arrivare alla categoria V, dove la zona di rigenerazione è completamente staccata dalla parte balneabile che quindi assomiglia a una normale piscina, vengono utilizzati corpi di filtraggio e vi è una movimentazione forzata dell'acqua.

pubblicato in data: