Lalineabiancastudio. Architettura e Psiche

convegno

Roma, 24 novembre 2009 ore 9.30

Lalineabiancastudio nell'intento di proseguire l'approfondimento delle relazioni, interazioni e confluenze tra Architettura, Psicologia e Psichiatria, ovvero tra spazio fisico, individuo e psiche, organizza un secondo appuntamento su Architettura e Psiche "L'influenza dello Spazio sulla psiche dell'individuo. Dallo spazio della violenza allo spazio del suicidio"

Dopo il I Convegno Internazionale sullo Spazio Fisico "Le percezioni psicologiche e le deviazioni psichiatriche nella progettazione dello spazio architettonico", tenutosi a Roma presso la Casa dell'Architettura il 15 luglio 2009, in cui si è affrontato il rapporto Uomo-Spazio da un punto di vista psicologico e psichiatrico, per una progettazione architettonica ed ambientale consapevole e sostenibile, Lalineabiancastudio, in questo secondo incontro, intende progredire in questa ricerca approfondendone il livello scientifico e metodologico.

La ricerca, incentrata sul rapporto spazio fisico-uomo, architettura-psiche, si prefigge di individuare la genesi di questa relazione ancora del tutto sconosciuta e di capire se - ed in che modo - lo spazio, l'ambiente, l'architettura, influenzano ed agiscono sulla psiche dell'individuo al punto di dar vita a fenomeni esogeni psico-degenerativi estremi: dalla violenza individuale verso lo stesso spazio-ambiente che l'ha generata, alla violenza verso il se stessi, arrivando alla disperata dimensione del suicidio.

Il terreno di confronto sul tema proposto si articola attraverso 5 distinte tematiche secondo una modalità interattiva (INTERACTIVE CONFERENCE), dove l'alternanza di interventi degli esperti diventa elemento generatore di ampio dibattito:

1. LO SPAZIO DEGENERATIVO
Lo spazio capace di creare fattori esogeni degenerativi nell'individuo.

2. IL RAPPORTO SPAZIO - COLLETTIVITÀ
I fenomeni degenerativi collettivi relazionati con l'ambiente/spazio circostante, visti come annullamento dell'identità.

3. IL RAPPORTO SPAZIO – INDIVIDUO
I fenomeni degenerativi individuali relazionati con l'ambiente/spazio circostante, visti come esaltazione dell'identità.

4. IL RAPPORTO INDIVIDUO – VARIABILI DELLA PERCEZIONE
I fenomeni legati alla capacità dell'individuo di relazionarsi negativamente o positivamente con alcune variabili fisiche appartenenti alla dimensione spaziale quali: luce - colore - materia - suono - dimensione.

5. LA COSTRUZIONE DELLO SPAZIO DEL SUICIDIO
La prefigurazione di uno Spazio alternativo allo Spazio Reale, all'interno di una psiche degenerata non soltanto da fenomeni endogeni, ma anche esogeni provocati dall'ambiente-spazio reale e circostante.

Interverranno, tra gli altri, gli architetti Franco Purini, Antonino Terranova, Giorgio Muratore, Raffaele Panella, gli psichiatri Francesco Bruno, Giuseppe Alfonso Mannu, lo psicologo Vezio Ruggeri, il filosofo Elio Cappuccio, a chiusura dei lavori un omaggio alla poetessa Alda Merini.

Appuntamento: martedì 24 novembre 2009 dalle 9.30 alle 19.00
Casa dell'Architettura Piazza Manfredo Fanti 47 - Roma
- W. www.casadellarchitettura.it

La partecipazione al convegno è gratuita fino ad esaurimento iscrizioni disponibili. L'iscrizione al convegno si effettua esclusivamente on-line compilando il form sul sito www.architetturaepsiche.com

pubblicato in data: