Barriera c'entro. Il futuro di Torino si sposta a Nord

Una mostra per raccontare il maggiore progetto urbano per Torino, con la trasformazione di oltre un milione di metri quadri di aree dismesse, che diventeranno nuovi edifici e spazi verdi.

Torino, 13 ottobre - 7 novembre 2010

mostre e convegni

Torino, 13 ottobre - 7 novembre 2010

La trasformazione che Torino ha vissuto negli ultimi due decenni è stata caratterizzata da fattori, proporzioni e valori di grande rilievo. Inizia ora una nuova fase, che interessa in particolare quella parte di città sino a oggi rimasta in attesa di una riqualificazione generale e destinata a vivere un rovesciamento del proprio ruolo: il quadrante nord dell'area urbana, nel quale si collocano i quartieri Barriera di Milano, Regio Parco, Rebaudengo, Madonna di Campagna.

Le iniziative di "BARRIERA C'ENTRO. Il futuro di Torino si sposta a nord" hanno l'obiettivo di far comprendere la portata di questa trasformazione e descrivere le componenti nelle quali si articola.

Il primo passo è la mostra allestita dal 13 ottobre al 7 novembre in piazza San Carlo, ideata e curata da Urban Center Metropolitano per la Città di Torino.

20 strutture espositive, 4 totem e 4 schermi video per iniziare a raccontare:

  • il maggiore progetto urbano per Torino, con la trasformazione di oltre un milione di metri quadri di aree dismesse che diventeranno nuovi edifici e spazi verdi attraverso la "Variante 200" al Piano regolatore;
  • il tracciato della linea 2 della Metropolitana, infrastruttura strettamente connessa alla metamorfosi urbanistica e all'intero sistema della mobilità pubblica e privata;
  • le imminenti azioni di rigenerazione fisica, economica e sociale grazie al programma integrato "URBAN Barriera di Milano", finanziato dalla Città di Torino, dalla Regione Piemonte, dal Governo Italiano e dall'Unione Europea;
  • gli esiti del concorso internazionale di idee "La Metamorfosi" che ha coinvolto oltre 80 gruppi di architetti venuti a immaginare un futuro possibile per Barriera di Milano e Regio Parco, con tutti i progetti vincitori, menzionati e partecipanti per i tre ambiti di Spina 4, Sempione-Gottardo e Scalo Vanchiglia; - la proposta progettuale scelta per il nuovo centro direzionale LAVAZZA per l'area ex Enel di via Bologna;
  • le linee guida del progetto "GIARDINIERI DI BARRIERA",che intende promuovere lo sviluppo di orti e spazi verdi condivisi attraverso il coinvolgimento degli abitanti.

Mappe e testi: Urban Center Metropolitano; Fotografie aeree: Michele D´Ottavio; Design: Kalimera; Allestimento: Squillari Arti Grafiche

All'inaugurazione della mostra interverranno Mario Viano, assessore all'Urbanistica, all'Edilizia privata e al Patrimonio, Città di Torino - Ilda Curti, assessore alle Politiche per l'integrazione - Maria Grazia Sestero, assessora alla Viabilità e ai Trasporti - Carlo Olmo, direttore Urban Center Metropolitano. Saranno presenti i presidenti delle Circoscrizioni 5, 6, 7.

Illustreranno personalmente i loro progetti i vincitori del concorso, rappresentati da Alberto Birindelli di PROAP Estudos e Projectos de Arquitectura Paisagista, e Marco Pietrolucci di Pietrolucci Studio Associato.

Durante l'inaugurazione si potrà assistere dal vivo ad un'installazione dei 'Giardineri di Barriera', un progetto per promuovere lo sviluppo di orti urbani e spazi verdi condivisi sul modello di altre grandi città europee.

Appuntamento: inaugurazione mercoledì 13 ottobre ore 18.00
periodo espositivo: 13 ottobre - 7 novembre 2010
Piazza San Carlo, fronte n. 161 Torino

On-line dal 13 ottobre il nuovo sito dedicato alla trasformazione dell'area nord www.barrieracentro.it

pubblicato in data: