Recupero delle cave In.Cal.System sul Marecchia

Open Space Tecnology e Laboratorio

Il Comune di Rimini organizza un Open Space Technology, cui seguirà un laboratorio di progettazione partecipata per discutere della valorizzazione delle ex cave, coinvolgendo nelle decisioni la comunità locale. Sopralluogo il 20.11.

Rimini, 30 ottobre e 20 novembre 2010

mostre e convegni

Rimini, 30 ottobre e 20 novembre 2010

Il Comune di Rimini nell'ambito di Ambiente Festival ed in concomitanza della Fiera Ecomondo, organizza ai Musei della città un Open Space Technology (OST), un grande evento partecipativo, un incontro, in cui si discuterà dell'avvio di un progetto sperimentale sul recupero e la valorizzazione dell'In.Cal.System, l'area naturalistica delle ex cave che si trovano lungo il fiume Marecchia, a pochi km dal centro storico di Rimini.

L'amministrazione comunale ha infatti intrapreso un percorso progettuale e partecipativo per il recupero delle ex cave. L'intento è quello di rendere l'area dell'In.Cal.System nuovamente accessibile al pubblico, trasformandola in un'oasi naturale fruibile per l'osservazione della natura e in cui insediare un centro di educazione ambientale rivolto a scuole e studiosi interessati ai temi della biodiversità, alla tutela dell'ambiente e del paesaggio. Per definire le modalità di gestione e fruizione dell'area naturalistica si coinvolgerà la comunità locale; verranno organizzati incontri, eventi partecipativi e due laboratori di progettazione partecipata.

Potranno partecipare all'OST e agli incontri del laboratorio tutti gli interessati a compiere un'esperienza di progettazione partecipata, come: associazioni, cittadini, scuole ed istituzioni culturali, operatori economici, associazioni, professionisti, amministratori, tecnici.

Open Space Technology

I partecipanti all'OST - rispondendo alla domanda "cosa fare della cava?" - avranno l'opportunità di proporre ed elaborare idee per valorizzare e trasformare in un parco pubblico l'ex In.Cal. System.

L'Open Space Technology agevola la circolazione di informazioni, conoscenze ed esperienze all'interno di gruppi eterogenei di persone. Infatti, l'OST permette di affrontare questioni molto complesse e per cui non esiste una soluzione univoca, lasciando liberi i partecipanti di proporre soluzioni creative e spostando la questione del problema verso le idee per risolverlo.

Guideranno l'Open Space Technology gli architetti Marialuisa Cipriani, Elena Farnè e Claudia Morri di IntercityLAB e il prof. Fabio Salbitano dell'Università di Firenze.

L'evento sarà visibile in streaming nel sito di AmbienteFestival, sezione progetti speciali - cava In.Cal.System.

Laboratorio di progettazione

In parallelo allo sviluppo del progetto, sarà attivato un laboratorio di progettazione partecipata aperto alla città. Partirà dopo l'OST, con un sopralluogo e una serie di incontri, in cui si svilupperanno le idee per realizzare il progetto di recupero della cava e per condividere le modalità di fruizione e gestione dell'area naturalistica.

Brochure e programma dell'OST

Il recupero della cava In.Cal.System è un progetto sperimentale del Comune di Rimini, co-finanziato dalla Provincia di Rimini e dalla Regione Emilia-Romagna e dall'Unione Europea.

Appuntamenti
Open Space Technology: 30 ottobre 2010, ore 9.30
presso Musei della città, via Tonini, 1 - Rimini.
Sopralluogo alla cava: 20 novembre 2010

+ info: T. 0541-704707 | E. elena.favi@comune.rimini.it | chiara.semprini@comune.rimini.it
W. www.ambientefestival.it | www.comune.rimini.it

Cos'è un OST: L'Open Space Technology è un evento partecipativo che agevola la circolazione di informazioni, conoscenze ed esperienze all'interno di gruppi eterogenei di persone, in cui ognuno mette a disposizione il proprio sapere e la propria competenza per proporre - in modo auto-organizzato e non gerarchico - soluzioni creative, spostando la questione del problema verso idee per risolverlo. Questo metodo è stato ideato negli anni '80 dall'antropologo americano Harrison Owen: dopo mesi di discussioni, i dirigenti di una nota industria americana in crisi invitarono Owen a sperimentare i suoi metodi per riprogettare in pochi giorni un piano industriale per salvare l'azienda. Owen organizzò un grande OST rivolto ai dirigenti, agli operai e ai sindacati ed in soli tre giorni l'azienda aveva un nuovo piano industriale condiviso da tutti. L'Open Space da allora si è diffuso nel mondo. Oggi l'OST è usato da Enti pubblici, Associazioni e da imprese private per risolvere questioni o problemi importanti.

pubblicato in data: