Kazuyo Sejima ad Assisi

pubblicato il:

Assisi, 2 giugno 2011 ore 11.00

Giovedì 2 giugno si inaugura ad Assisi la terza edizione di Festarch, il Festival Internazionale dell'architettura ideato e diretto da Stefano Boeri, in programma tra Perugia e Assisi dal 2 al 5 giugno.

Nella città della pace e del dialogo alle ore 11,00 di giovedì 2 giugno - presso Palazzo Monte Frumentario in via San Francesco - ci sarà una conferenza stampa e a seguire la Lectio Magistralis della giapponese Kazuyo Sejima, Premio Pritzker 2010, che affronterà il tema: "Architettura e Catastrofi, la ricostruzione e il ruolo dell'architettura nelle situazioni di emergenza".

Nel pomeriggio, a Perugia si parlerà ancora di emergenze e ricostruzione con Filippo Romano (Haiti), Francesco Erbani (L'Aquila), Patrick Coulombel e altri. Seguirà un incontro con Ole Bou­man e la lectio di Stefano Boeri sul tema del Festival: Anti-city: Architecture and Politics in an age of urban disintegration (Teatro Pavone; 9 p.m.). La serata si concluderà con il dj set di Andrea Pellizzari (Haiti: Mr Brown è tornato in città).

In calendario oltre 150 incontri con architet­ti, progettisti, artisti, e pensatori della scena internazionale, in dialogo continuo con il mondo dell'impresa, delle professioni e della scuola - Tema dell'edizione 2011: "l'Anticittà - Fare città nell' epoca della dissipazione urbana"

Tra gli ospiti alcuni protagonisti dell'architettura mondiale, come il premio Pritzker Rem Kool­haas, Peter Eisenman, Yona Friedman, Elizabeth Diller, Yvonne Farrell e Shelley McNamara (Grafton Architects) e ancora il colombiano Giancarlo Mazzanti, Fabio Novembre, i romani 2A+P/A, Odile Decq e tanti altri.

A dialogare sul futuro delle nostre città anche esponenti di altre discipline, come quelle del de­sign - con interventi, tra gli altri, di Jasper Morrison, Enzo Mari, Alessandro Mendini - dell'arte contemporanea, rappresentata a Perugia da presenze straordinarie come quelle di Maurizio Cat­telan e di Hans Ulrich Obrist, codirettore della Serpentine Gallery di Londra - della letteratura con autori come Luca Doninelli e Marco Belpoliti/doppiozero, fotografi come Francesco Jodice, Vincenzo Castella e il giovane Antonio Ottomanelli.

 www.festarch.it - info@festarch.it

***

Festarch nasce a Cagliari nel 2007 dal desiderio di offrire un luogo vivo di incontri e scambi, capaci di rendere l'architettura una grande piattaforma di discussione sul presente e sul futuro anche per i cittadini.

Dopo due anni di interruzione, Festarch - ideato e diretto da Stefano Boeri, direttore del mensile Abitare e organizzato da Rcs Periodici - trasformerà Perugia e Assisi nell' epicentro planetario dell'architettura, del design e delle riflessioni sul futuro delle nostre società urbane.

A Terni si sta svolgendo invece dal 26 maggio al 1 giugno Festarch.lab: una sette giorni tutta architettura, design e progetti futuristici che porterà all'interno del CAOS Centro Arti Opificio Siri, i migliori esponenti della nuova architettura italiana e internazionale per elaborare temi e idee per la grande Festa finale: Festarch.