Confronto tra Villa Angelelli Zambeccari di Argelato e la Reggia di Rivalta

Reggio Emilia, 4 novembre 2011 ore 18:00

La Fondazione Architetti Reggio Emilia organizza un Convegno sul tema del  recupero di spazi di forte interesse culturale da parte delle Pubbliche Amministrazioni.

L'appuntamento, che si svolgerà venerdì 4 novembre a Spazio Progetto (dalle ore 18), ha come obiettivo la presentazione di due casi di complessi architettonici monumentali con numerosi punti in comune.

Queste "fabbriche" presentano analogie interessanti, ma soprattutto rappresentano un importante volano di riflessione sul tema del recupero da parte delle Pubbliche Amministrazioni, per restituire spazi di forte interesse culturale alla cittadinanza.

L'Arch. Walter Baricchi, Presidente Ordine Architetti PPC Reggio Emilia, farà da moderatore agli interventi di diversi architetti, che si confronteranno con l'Ing. Andrea Tolomelli, Sindaco del Comune di Argelato (BO), e con il Dott. Gianpaolo Borghi, Assessore alla Cultura del Comune di Argelato (BO).

Appuntamento: venerdì 4 novembre 2011 ore 18:00
presso Spazio Progetto - via Nobel 88/c, 42124 Reggio Emilia
email info@spazio-progetto.com | web www.spazio-progetto.com

Programma del Convegno:

ore 18.00 Introduzione dell'Arch. Walter Baricchi, Presidente Ordine Architetti PPC Reggio Emilia

ore 18.15 Interventi su Villa Angelelli Zambeccari di Argelato (BO) degli Arch. Sarah Louise Vacondio e Andrea Rosignoli

ore 18.45 Intervento sulla Reggia di Rivalta dell'Arch. Valentina Iori

ore 19.15 Tratti comuni e peculiarità delle due fabbriche. Contributo dell'Arch. Walter Baricchi

ore 19.30 Strategie di gestione di complessi architettonici monumentali da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Contributi dell'Ing. Andrea Tolomelli, Sindaco Comune di Argelato (BO), e del Dott. Gianpaolo Borghi, Assessore alla Cultura Comune di Argelato (BO)

ore 19.45 Dibattito e conclusioni


Chi è Fondazione Architetti Reggio Emilia

La Fondazione degli Architetti di Reggio Emilia nasce per volontà dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Reggio Emilia. Il suo obiettivo è la promozione e la valorizzazione dell'Architettura sul territorio, come patrimonio comune di interesse pubblico e di rilevanza sociale. Perché l'Architettura partecipa in modo rilevante alla qualità della vita. La Fondazione non ha scopo di lucro ed esercita la propria utilità sociale nell'ambito dell'Architettura e della professione dell'Architetto, dell'Urbanistica, del Paesaggio e della Sostenibilità Ambientale. Si configura inoltre come strumento operativo idoneo ad affrontare la complessità nel "fare professione", per dare una risposta all'esigenza della formazione e della qualificazione dell'architetto, attraverso l'aggiornamento tecnico, scientifico e culturale.

Chi è Spazio Progetto

Un luogo di incontro, di confronto, di crescita. Una vetrina versatile e dinamica sulla moderna cultura dell'abitare. Un laboratorio di idee. In due parole, Spazio Progetto. Nato un anno fa a Reggio Emilia e gestito in collaborazione con la Fondazione Architetti, Spazio Progetto si avvia a diventare un punto di riferimento culturale, pensato per avvicinare le distanze fra chi progetta, realizza e vive gli edifici, creando relazioni tra professionisti e aziende. Rappresenta infatti un campo neutro e stimolante, dove il "nuovo" trova finalmente uno spazio fisico per nascere, crescere e svilupparsi. 

Cultura progettuale

Spazio Progetto accoglie in un unico luogo attività di formazione, momenti d'incontro fra aziende e professionisti (seminari, convegni, workshop ed eventi) e ambientazioni creative, che favoriscono la contestualizzazione di soluzioni innovative, provenienti dalle migliori realtà del settore.

Il focus di interesse è concentrato su design industriale, food-design, architettura d'interni e d'esterni, materiali e superfici, tecnologia e sistemi per il risparmio energetico.

Struttura creativa

La programmazione culturale di Spazio Progetto è supportata da ambienti funzionali allo sviluppo di un intenso tessuto di contenuti: la sede comprende una sala cinema e una sala formazione, un centro documentazione dotato di catalogoteca, emeroteca e area WiFi, una "zona kitchen" per gli eventi di food design e spazi espositivi dinamici, come la riproduzione di una casa domotica completa.

pubblicato in data: