East Zone

mostra fotografica

Piazzola sul Brenta (PD), 17/12/2011 - 1/04/2012

Raccontarono il mondo quando la fotografia era ancora sperimentale, furono protagonisti della nascita del fotogiornalismo e del reportage. Fecero scoprire il Giappone, e le meraviglie dell'Egitto, agli Europei, portarono la fotografia nelle terre d'oriente, partendo dal Veneto. Loro sono Antonio e Felice Beato, due fratelli greco-veneziani, e Adolfo Farsari, vicentino, operanti a cavallo tra '800 e '900.

Una mostra, dall'emblematico titolo di "East Zone", per la prima volta documenta in modo esteso la loro arte, raccontando anche lo scambio culturale che attuarono tra l'est italiano e il lontano Oriente, scambio nei due sensi dato che i tre fotografi veneti influenzarono la storia della fotografia in Giappone ma da questo e dagli altri Paesi visitati, trassero elementi che influenzarono la loro maniera di "fare fotografia".

Da segnalare come la mostra proponga accanto alle immagini dei tre protagonisti, una carrellata di foto di confronto, per dimostrare come queste terre lontane seppero calamitare, affascinare fotografi di diverse provenienze.

Ad ospitare la mostra sarà Villa Contarini, la reggia delle Ville Venete, oggi proprietà della Regione Veneto, a Piazzola sul Brenta, vicino a Padova.

Appuntamento: 17 dicembre 2011 - 1 aprile 2012
Villa Contarini - Piazzola sul Brenta (Padova).
Orario: 10 - 16 (mercoledì chiuso, chiuso inoltre Natale e Capodanno).
Ingresso alla Mostra: gratuito | Ingresso alla Villa: interi euro 5,50, ridotti 4,50.

Info e prenotazioni: web www.villacontarini.eu
email villacontarini@regione.veneto.it | tel. 049.8778272-3

Mostra promossa ed organizzata dalla Regione del Veneto, da Photosophia e da Immobiliare Marco Polo. A cura di Magda di Siena.


Antonio e Felice Beato e Adolfo Farsari

Felice Beato è uno dei pionieri delle riprese fotografiche e del fotogiornalismo soprattutto del reportage di guerra. In Giappone la sua influenza è notevole, sia in termini di vero e proprio insegnamento delle tecniche di ripresa, sia per il livello della documentazione che ha prodotto. Antonio ne seguì le orme, ma le sue foto sono principalmente concepite come souvenirs, egli riprende sovente monumenti e architetture. Adolfo Farsari, "erede" della ricca attività commerciale di cui il veneziano F. Beato era stato il pioniere, avrà modo di perfezionarla e di avvalersi dei migliori coloristi giapponesi per fare delle sue fotografie dei veri e propri capolavori.

Per approfondire: www.studioesseci.net/mostra

pubblicato in data: