Odile Decq

Torino, martedì 23 ottobre 2012 ore 19.00

L'architetto Odile Decq a Torino, nella conferenza a lei dedicata. Appuntamento alla sede della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo in via Modane 16. 

Introducono:
Luca Gibello, caporedattore de Il Giornale dell'Architettura,
Lorena Alessio, architetto, fondatore e A.D. alessiostudio

Intervento di 
ODILE DECQ,
architetto e designer - Odile Decq & Benoit Cornette Architectes

L'incontro è organizzato da alessiostudio, nell'abito il ciclo "d'Architettura - esempi di qualità": architetti discutono tematiche attuali, approfondiscono aspetti progettuali per diffondere la consapevolezza della qualità degli spazi in cui si vive.

Appuntamento: martedì 23 ottobre 2012 ore 19.00
Auditorium della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo - via Modane 16, Torino.
INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti.

Dalle ore 20.00 alle ore 23.00 possibilità di visita guidata alla mostra For President. Viaggio nelle campagne elettorali americane.

Per informazioni: tel 011 217.80.65 | email info@alessiostudio.com | web www.alessiostudio.com


ODILE DECQ
nasce in Francia nel 1955, si diploma in architettura nel 1978 all'U.P.6 di Parigi. L'anno successivo approfondisce i suoi studi con un corso di specializzazione in urbanistica all'Institute of Political Studies. Nello stesso anno fonda il suo studio dove lavora insieme a Benoît Cornette. Nel 1990 firmano la loro prima opera significativa, la sede della Banque Populaire de l'Ouest a Rennes, edificio più volte premiato che apre loro le porte della notorietà internazionale.

Partecipano in seguito a una lunga serie di concorsi pubblici ottenendo diversi riconoscimenti. Ricevono così l'incarico di progettare il viadotto e l'autostrada di Nanterre, il Cnasea di Limoge, la tribuna dello stadio di Orléans, la facoltà di scienze economiche e la biblioteca di Nantes, il porto di Gennevilliers lungo la Senna.

Le loro ricerche sono coronate dal Leone d'oro alla Biennale di architettura di Venezia nel 1996. Nel 1998 vincono il concorso per la costruzione del terzo porto della città di Rotterdam. Dopo la tragica morte di Benoît Cornette, avvenuta nel 1998, Odile Decq rimane sola alla guida dello studio ODBC. Il suo profilo sulla scena internazionale è ulteriormente consolidato dal successo ottenuto attraverso il concorso per il Museo d'arte contemporanea della città di Roma, il Macro, inauguratosi nel maggio 2010.

Fra le sue opere più recenti c'è lo studio per un terzo Ponte Urbano a Rotterdam, una barca a vela di 44 metri per la Wally, lo studio di tre ville sperimentali in vetro a Carantec (Francia) l'Art Hôtel a Beijing (Cina) lo splendido ristorante dell'Operà Garnier a Parigi, il Museo Frac di Rennes in Bretagna che si inaugurerà nel giugno di quest'anno ed il Museo Géologico di Tangshan, Nanjing, in Cina, che dovrebbe realizzarsi entro il 2014. A partire dal 2000, anno in cui vince il concorso per la realizzazione degli arredi della sede dell'Unesco a Parigi, l'ODBC sviluppa un'importante attività nel campo del design.

Parallelamente Odile Decq si dedica all'insegnamento. E' direttore dell'École Spéciale d'Architecture di Parigi ed è visiting professor in diverse università straniere tra cui la prestigiosa Columbia University di New York. E' stata nominata Commandeur des Arts et Lettres, membro dell'Académie Française d'Architecture, Chevalier Legion d'Honneur nel 2003 Membro onorario internazionale del Royal Institute of British Architects RIBA di Londra UK nel 2007 ed Ufficiale dell'Ordre du Mérite a Parigi nel 2012.

pubblicato in data: