Fabrizio Rossi Prodi, visioni di società

conferenza di architettura

pubblicato il:

Verona, venerdì 7 giugno 2013 ore 18.30

Può l'architettura proporsi come tramite per un autentico rinnovamento sociale? L'arch. Fabrizio Rossi Prodi, fondatore di RossiProdi Associati, interviene ad un nuovo appuntamento con il ciclo di conferenze sul tema architettura, paesaggio e società, organizzate dall'AGAV - associazione giovani architetti della provincia di Verona, per riflettere sul ruolo dell'architettura in questo preciso momento storico.

L'architettura si contraddistingue storicamente come la disciplina che per antonomasia nasce per rispondere all'esigenza primaria dell'uomo: il rifugio, la sicurezza, la casa. Successivamente dà vita a spazi per la società, per l'incontro e per l'accoglienza. In tempi più recenti, illustri architetti hanno sostenuto, attraverso celebri esempi, la teoria secondo cui l'atto progettuale può e deve farsi promotore di pratiche sociali ed usanze volte a risolvere problematiche di natura collettiva.

Dopo le conferenze di architetti come Luigi Caccia Dominioni, Cino Zucchi, 5+1, Massimo Carmassi e Gabriele Lelli, protagonisti della  scorsa stagione di conferenze, il nuovo ciclo dà la parola ai giovani studi italiani che pongono al centro della propria attenzione il territorio e la società. A testimoniare l'attualità del tema, la sede prescelta: l'Azienda Agricola Valentina Cubi, luogo di natura privata progettato anche per ospitare eventi di natura collettiva.

Appuntamento: venerdì 7 giugno 2013 ore 18.30 | ingresso libero
Azienda Agricola Valentina Cubi via Preare 15 - Verona
N.B. su google maps è via Sottomonte.

al termine della conferenza ci sarà una degustazione e una visita alla cantina  

Info: web www.agav-vr.com | email: info@agav-vr.com

evento a cura di Michela Boschi


RossiProdi Associati

è uno studio di architettura che opera nel campo della progettazione architettonica, interior design e urbanistica. Il fondatore dello studio, l'arch. Fabrizio Rossi Prodi, è professore ordinario di "Progettazione architettonica e urbana" presso l'università di Firenze. Lo studio si distingue nel panorama nazionale ed internazionale per la progettazione di complessi di edifici collettivi, il recupero di aree degradate ed il progetto di spazi urbani.

Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali, aggiudicandosi, tra gli altri, quelli per un parco pubblico, residenze e servizi nell'area dell'ex carcere minorile a Pesaro (2008), per una biblioteca e due dipartimenti della facoltà di Agraria al campus universitario di Udine (2008). Nel 1994 Fabrizio Rossi Prodi ha ricevuto il "XX Premio internazionale Leonardo da Vinci" per l'architettura. Ha inoltre pubblicato numerosi saggi e libri, tra i quali "Costruire-decostruire" (1992), "Atopia e memoria" (1994), "Franco Albini" (1996), "Carattere dell'architettura toscana" (2003). Nel 2007 presso Alinea è uscita la monografia "Fabrizio Rossi Prodi - Architetture 1996-2006".

web www.rossiprodi.it