Existenzmaximum. Il necessario

mostra di architettura e fotografia

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

Napoli, 27 giugno - 21 luglio 2013

Giovedì 27 giugno alle ore 16.30 inaugurerà, presso la Sala delle Carceri di Castel dell'Ovo a Napoli, la mostra "Existenzmaximum. Il necessario", prima mostra di architettura e fotografia organizzata dall'associazione culturale "1:1 laboratoriounoauno" promossa dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, dall'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e dal Distretto Tecnologico per le Costruzioni Sostenibili STRESS.

La mostra raccoglie una serie di interpretazioni contemporanee del concetto di existenzminimum: studenti universitari, architetti, ingegneri, designer, artisti si confronteranno con la personale visione sul tema data da un gruppo di architetti e intellettuali di fama internazionale invitati da 1:1 laboratoriounoauno.

Attraverso due fotografie a colori ciascun invitato o partecipante restituirà la propria concezione dello spazio minimo per una vita adeguata, identificato come existenzmaximum, accompagnato dall'immagine dell'oggetto indispensabile al proprio benessere quotidiano (il necessario). Le immagini andranno a comporre un quadro, attraverso testimonianze eterogenee tra loro, da cui sarà possibile delineare un abaco di elementi necessari alla definizione di spazi adeguati alla vita dell'uomo.

All'interno della Sala delle Carceri di Castel dell'Ovo, interamente scavata nel banco tufaceo dell'isola di Megaride, un recinto composto da quattro pareti in legno, in continuità con il tema dell'esposizione, riproporrà il concetto di spazio minimo in cui sarà possibile godere delle fotografie, esposte unicamente sulle pareti interne del recinto.

Una giuria composta dal fotografo Gianni Fiorito e dal comitato scientifico dell'associazione laboratorio uno a uno si è occupata della selezione delle foto inviate entro il 15 maggio.

Periodo espositivo: 27 giugno - 21 luglio 2013
aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle19.00 (festivi 10.00 - 13.00).
Sede: Castel dell'Ovo, via Partenope - Napoli.

Inaugurazione: giovedì 27 giugno ore 16.30
Sala delle Carceri di Castel dell'Ovo.

Info: web www.laboratoriounoauno.it | email laboratoriounoauno@gmail.com

Gli invitati

Hanno accettato l'invito con generosità ed entusiasmo personalità di fama internazionale come:

Alberto Campo Baeza

vincitore del prestigioso premio Arnold W. Brunner Memorial per l'Architettura 2013 (tra le principali opere realizzate: "Edificio central Caja Granada", Granada 2001, "Museo A Memoria de Andalucía", Granada 2009, "Between Cathedrals" Càdiz 2009, "Offices for Junta Castilla Leòn" Zamora 2012.

Carlos Ferrater

direttore dei corsi di Architettura all'Universidad Internacional Mendéz Pelayo di Santander (tra le principali opere realizzate: ampliamento dell'Orto Botanico di Barcellona 2008, "The Castellon Auditorium Center", Castellón de la Plana 2004).

Jonathan Sergison

premio Tessenow 2006 insieme a Stephen Bates (tra le principali opere realizzate: "Urban Housing and Crèche", Ginevra 2011 "New City Library and public square", Mendrisio 2012, "Public library" Belgio 2011).

Fermín Vázquez

docente di progettazione al'Università Europea di Madrid (tra le opere realizzate più importanti: con Sir David Chipperfield "Cittadella Giudiziaria" Barcellona 2009, con Toyo Ito "Torres Porta Fira" Barcellona 2010, con Jean Nouvel "Torre Agbar", Barcellona 2005, "Poblenou Park", Barcellona 2007 e l'ampliamento del "Museo Nazionale d'Arte Reina Sofia" Madrid 2005).

Sono stati invitati a partecipare anche architetti e docenti tra le più importanti università europee, tra gli altri, da Napoli: Ferruccio Izzo, Cherubino Gambardella, Roberto Serino, Roberta Amirante, Giovanni Multari, Massimiliano Campi. Da Milano Gennaro Postiglione, da Vienna Michael Loudon, da Glasgow Christopher Platt, da Dublino Peter Cody ed il sociologo e scrittore di fama internazionale Francesco Morace (autore, tra gli altri, di "Che cos'è il futuro" Edizioni Mind 2013, "Verità e bellezza" Nomos Edizioni, 2010, "La strategia del Colibrì" Sperling & Kupfer, 2001, "Metatendenze" Sperling & Kupfer, 1996), da tempo impegnato nello studio e nella ricerca sulla relazione tra l'uomo e gli oggetti.

I fotografi selezionati

Daniele Agretti, Patrizia Annunziata, Rosa Ascolese, Guglielmo Avallone, Marta Balis, Marco Barile, Adriana Bernieri, Luigi Calabria, Carmela Caldieri, Michela Casillo, Lucia Maria Costanzo, Alessandro Cotugno, Libia Cuomo, Dario D'Acierno, Marianna De Blasio, Marco De Palma, Maria Lucia Di Costanzo, Rosanna Di Fiore, Daria Di Gennaro, Alessandra Di Maio, Luca Di Martino, Alessandra Di Stefano Grimaldi, Beatrice Diazzi.

Mario Eduardo Dominguez, Dario Escomputo, Domenico Esposito, Giovanni Fabbrocino, Paolo Ferrarini, Alessandro Formisano, Mumi Garzilli, Mariagrazia Giamundo, Gianpaolo Giorgio, Ciro Iacobelli, Nando Ianuale, Julien Kisa, Paolo Matteo Maggioni, Francesco Maglione, Francesco Miranda, Alessandra Mustilli, Simone Oliva, Angela Palmitessa, Alberto Perisano, Marco Piras, Gian Marco Prisco, Barbara Pulli, Mauro Rosso, Raffaella Ruocco, Sara Schetter, Fulvio Schiazza, Rosa Scognamiglio, Luca Sidro, Mario Siricio, Sara Siricio, Alessio Stabile, Francesca Stabile, Stefania Stridacchio, Umberto Ulisse, Manfred Walzer.