Il restauro del campanile

Napoli, mercoledì 26 marzo 2014 ore 17.00

L'Associazione Culturale Mnèsicle invita al seminario tecnico sul restauro del campanile monumentale della basilica del Corpus Domini di Maddaloni, cittadina in provincia di Caserta.

Il progetto di restauro del campanile monumentale della Basilica del SS. Corpus Domini di Maddaloni, menzione speciale all'edizione 2011 del Premio internazionale "Domus restauro e conservazione" Fassa Bortolo, è stato voluto e commissionato dalla Diocesi di Caserta per far fronte a dichiarate esigenze di riabilitazione strutturale e di restauro architettonico del monumento.

Il restauro del campanile ha rappresentato per l'intera comunità civile e diocesana un evento importante, non solo perché legato alla necessità della conservazione dell'opera monumentale, ma anche perché di forte impatto psicologico per il contesto sociale. L'intervento ha conseguito la sicurezza statica e conservato la qualità architettonica del campanile, opera di riconosciuto interesse culturale. Gli interventi realizzati sono stati calibrati mediante verifiche diagnostiche "in situ" e test di efficacia dell'intervento progettato, in modo da tenere preventivamente e costantemente sotto controllo l'esito dell'intervento e di valutarne puntualmente l'impatto economico.

Il relatore sarà Mariano Nuzzo, architetto, progettista dell' intervento, con la partecipazione del dottor Pasquale Terrianò referente IGuzzini Campania, che interverrà per chiarimenti relativi al progetto illuminotecnico del campanile. Il seminario sarà introdotto da Andrea Pane, architetto, dottore di ricerca in Conservazione dei Beni architettonici e titolare del corso di Teorie e storia del restauro presso l'Università di Napoli Federico II.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione obbligatoria all'associazione, per l'anno 2014 pari a 10 €.

Appuntamento: mercoledì 26 marzo 2014 ore 17,00
aula Marcello Angrisani - via Forno Vecchio, 5 piano, scala G. Napoli. 


Mariano Nuzzo

È architetto libero professionista e si occupa di restauro e consolidamento di edifici storici. È specializzato in Restauro dei monumenti e dottore di ricerca in Conservazione dei beni architettonici. È stato nominato dal Ministero dei Beni Culturali ispettore onorario per la tutela e la vigilanza dei beni architettonici e paesaggistici per la provincia di Caserta nel 2011.

Ha svolto incarichi di insegnamento e ricerca nel settore del restauro architettonico (ICAR19) presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, l'Università degli Studi di Ferrara, l'Università degli Studi del Salento. Ricopre il ruolo di direttore tecnico della Società consortile di Comuni dell'alto casertano Laocoonte S.C.p.A. della quale è stato promotore nel 2007 e per la quale si occupa di recupero e valorizzazione dei centri storici. È progettista e direttore dei lavori di diversi interventi di restauro e consolidamento di edifici tutelati.

Pasquale Terrianò

Si occupa di progettazione di impianti elettrici e di illuminazione; E' stato consulente illuminotecnico alla direzione lavori per l'illuminazione di Villa Oplontis a Torre Annunziata; progettista per la metropolitana di Milano, fermata Loreto; lavora con la iGuzzini illuminazione dal 1987.

Andrea Pane

architetto e dottore di ricerca in Conservazione dei beni architettonici, è ricercatore nel settore del restauro presso il Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. E' titolare del corso di Teorie e storia del restauro presso il Corso di laurea Magistrale in Architettura 5UE della Facoltà di Architettura e del corso di Restauro delle superfici presso la scuola di specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio dell'Università di Napoli Federico II.

E' membro del Collegio dei docenti del dottorato di ricerca in Storia e Conservazione dei Beni Architettonici e del Paesaggio (indirizzo Conservazione dei beni architettonici e del paesaggio) dall'anno accademico 2011-2012 (XXVII ciclo). Dal 2014 è coordinatore dell'Accordo Quadro tra l'Università degli Studi di Napoli Federico II e l'Universidade Federal de Pernambuco (Brasile), di durata triennale. Nel 2010, a seguito di concorso pubblico, ha prestato servizio a tempo indeterminato presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nel ruolo di architetto, inquadrato nella III area funzionale, fascia F1, con sede presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: