Infiltrazioni mafiose e il FICO, le riflessioni di GArBo

incontri-aperitivo ai giardini di Pincherle

Bologna, lunedì 7 e mercoledì 9 luglio 2014

Lunedi 7 e mercoledì 9 luglio, l'associazione dei Giovani Architetti di Bologna organizza due aperitivi - incontro nell'ambito della rassegna estiva che animerà i giardini di Pincherle. I giardini bolognesi saranno animati da eventi musicali e letterari, dibattiti, presentazioni e performance di teatro (Bologna, dal 16 giugno al 24 luglio).

Gli incontri organizzati da GArBo saranno un'occasione per discutere e dialogare, in maniera informale, di sviluppo urbano, di temi sociali ad esso connessi e di visioni future della nostra città, dei centri storici e delle periferie.

Gli incontri

lunedì 7 luglio - ore 21:00

Infiltrazioni mafiose nell'edilizia e riuso dei beni confiscati in Emilia Romagna

La disponibilità di terreni e di immobili frutto di confische ad organizzazioni criminali rappresenta di per sé un campanello d'allarme sulla consistenza delle infiltrazioni mafiose nel campo dell'edilizia. Il numero di immobili interessato dal fenomeno apre una riflessione sull'impatto che questi beni hanno sulle città. L'attività edilizia mafiosa è infatti una delle parti più consistenti dell'intero quadro delle attività criminali sul nostro territorio.

L'Associazione dei Giovani Architetti di Bologna desidera avviare una riflessione che possa unire il tema delle responsabilità nell'esercizio della professione a quello delle opportunità di riprogettazione.

Intervengono: la prof.ssa Stefania Pellegrini, responsabile del master di Gestione dei beni confiscati all'Università Alma Mater, Antonio Monachetti, referente provinciale di Libera, Alessandro Gallo, scrittore e autore teatrale, Giulia Di Girolamo, coautrice e vicecoordinatrice della rete No-name, Enzo Bevar, di Cinemovel Foundation, Elena Leti, architetto e presidente del Quartiere Porto. Modera l'architetto Francesco Pasquale di GArBo.

mercoledì 9 luglio ore 19:30

FICO per Bologna, Bologna per FICO

Al centro del dibattito, il progetto F.I.CO. - Fabbrica Italiana Contadina, che nasce da un'idea di Andrea Segrè, presidente del CAAB, e Oscar Farinetti, fondatore di Eataly. L'obiettivo è di creare un centro dedicato al settore agro-alimentare italiano all'interno del CAAB Mercato Ortofrutticolo.

Si cerca di dare risposta alla domanda: «Ma cos'è FICO? Una Disneyland, un grande mercato, un luogo di incontro e di cultura? Come funziona e com'è fatto?». Sono le domande di una città che sente parlare tanto e in modo a volte un po' generico di quello che sulla carta ambisce a divenire il progetto forse più innovativo ed interessante che Bologna abbia visto da molti anni.

Sorgerà alle porte della città, ma molti sentono Fico come qualcosa destinato a rimanere distante da Bologna. Ci sono quindi tante aspettative e forse anche un po' di scetticismo; l'Associazione dei Giovani Architetti di Bologna proverà a parlarne con Tiazina Primori vicepresidente di Eataly e con Yann Grappe, docente di Storia del Vino presso l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche. Modera l'architetto Francesco Calzolari di GArBo.

Appuntamento: lunedì 7 e mercoledì 9 luglio 2014
Giardini Pincherle, via Gian Battista Morgagni, Bologna.

web www.giovaniarchitettibologna.org

pubblicato in data: