Gate Salerno: architettura, territorio, economia

festival internazionale di architettura

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

Salerno, 5 - 15 novembre 2014

In 10 giorni oltre 25 incontri, laboratori, incontri e workshop con grandi nomi dell'architettura e dell'ingegneria contemporanea sul tema della trasformazione urbana. Il Comune di Salerno insieme al Comune di Ravello e alle associazioni culturali Effetti Collaterali e NewItalianBlood danno il via a Gate Salerno: un festival internazionale di architettura.

Dal 5 al 15 novembre nella Chiesa dell'Addolorata del Complesso Santa Sofia, avvolta in un velo bianco semitrasparente, si confronteranno per Salerno Gate grandi nomi dell'architettura e dell'ingegneria contemporanea come, tra gli altri, Benedetta Tagliabue - EMBT Barcellona; Rodolfo Tisnado - Architecure Studio Parigi; Massimo Alvisi - AlvisiKirimoto Roma; Maurizio Milan - Buro Milan Ingegneria Milano, Mario Cucinella - MCA Architects Bologna e Maria Giuseppina Grasso Cannizzo Vittoria.

Si inaugureranno inoltre una serie di mostre: Legno Estremo, Patrimonio Cilento, Premio Nib Top10 Under36 e Ombre d'Artista e in 10 giorni si terranno oltre 25 incontri, laboratori, incontri e workshop con i professionisti, le università e i cittadini.

Il festival si sposterà, poi, il 6 e 7 dicembre per la chiusura a Ravello, "terrazza sospesa" a 315 metri sulla costiera amalfitana, per Ravello Gate, il laboratorio rivolto agli amministratori, progettisti, comunicatori e imprenditori sulle concrete opportunità di investimento in tutto il territorio della costiera amalfitana e di Salerno che si svolgerà all'interno dell'Auditorium realizzato da uno dei più grandi architetti del XX secolo, Oscar Niemeyer.

La rassegna finanziata dal fondo europeo POR Campania FESR 2007\2013, è partita con il lancio di due concorsi internazionali: "Ombre d'artista" edizione 2014 per la realizzazione d'installazioni di architettura temporanee che "disegnino" l'ombra nei caldi mesi estivi di Salerno e "Parco del Colle Bellaria e Antenna Telecomunicazioni" per restituire il Parco panoramico alla comunità.

L'obiettivo degli organizzatori è favorire l'offerta culturale globale e locale della città e lasciare in eredità collettiva un patrimonio di idee, progetti e realizzazioni a tutto il territorio provinciale e alla costiera Amalfitana, che candidano Salerno a essere un modello positivo di "buon governo del territorio" per il Mezzogiorno e per l'Italia.

Una sorta di "laboratorio di idee", sul tema della trasformazione urbana promossa in questi anni dal sindaco, Vincenzo De Luca, attraverso l'affidamento a grandi firme dell'architettura di progetti importanti per il rinascimento urbano della città come ad esempio, la stazione marittima progettata da Zaha Hadid, "porta" sul mare della città che sarà inaugurata all'inizio del 2015.

SALERNO 5 /15 novembre
Chiesa dell'Addolorata del Complesso Santa Sofia
RAVELLO 6 / 7 dicembre
Auditorium di Oscar Niemeyer

web www.gatesalerno.it

facebook #Gatesiamonoi
per accogliere idee, suggerimenti, temi e proposte del pubblico da sviluppare durante e dopo il festival.