Maria Lai. Ricucire il mondo

Lorenzo Giusti e Antonio Marras seguono le tracce del percorso creativo dell'artista

Prato, martedì 3 marzo 2015 ore 17:30

In occasione dell'uscita del catalogo della mostra "Maria Lai. Ricucire il mondo" (Sewing Up the World), segnalata dalla rivista Domus come uno dei migliori progetti internazionali d'arte contemporanea nel 2014, l'Ordine degli Architetti della Provincia di Prato, col suo Gruppo Cultura, in collaborazione con il Museo del Tessuto, e il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Prato, è lieto di ospitare Lorenzo Giusti, direttore del Museo MAN e curatore della mostra, e Antonio Marras, stilista, amico di Maria Lai e suo collaboratore in numerose iniziative.

L'incontro al Museo del Tessuto ha l'obiettivo di tracciare un profilo di Maria Lai (1919-­‐2013) alla luce delle ultime ricerche, ripercorrendo le tappe del suo percorso creativo, concentrandosi in particolare sulle sue azioni e sugli interventi ambientali finalizzati all'indagine dei luoghi, alla trasformazione dei paesaggi e all'invenzione di "nuovi spazi" di convivenza.

L'incontro sarà l'occasione per riscoprire il celebre filmato di "Legarsi alla montagna", la performance collettiva realizzata a Ulassai nel 1981, in anni in cui l'indagine sul rapporto tra il tessuto urbano e la dimensione partecipativa dell'opera non sembra più emergente come negli anni Sessanta e Settanta, oggi considerata un momento chiave di anticipazione di pratiche e linguaggi "relazionali" destinate ad affermarsi soltanto nel decennio successivo.

Il catalogo "Ricucire il mondo", a cura di Barbara Casavecchia, Lorenzo Giusti e Anna Maria Montaldo, pubblicato da Silvana Editoriale, ripercorre le tappe dello straordinario viaggio creativo di Maria Lai, dagli esordi con i disegni e le tempere dedicati al lavoro femminile, le opere ispirate alla tessitura, fino ai pani, i presepi e i telai, centrali nella sua produzione.

Ampio spazio è dato anche alle riflessioni maturate a partire dagli anni Ottanta, che vedono l'artista impegnata in azioni di coinvolgimento del pubblico con interventi site specific, azioni collettive, performance e scritture teatrali. Il ricchissimo repertorio di immagini documenta, con rigore cronologico e tematico, i tre percorsi espositivi che si sono dipanati, come mostra "diffusa", da Cagliari a Ulassai attraverso Nuoro. Un tributo a un'artista che ha saputo ricucire un mondo stratificato e millenario con scenari nuovi, superando confini e frontiere spesso soltanto immaginari.

Appuntamento: martedì 3 marzo 2015 ore 17:30
Museo del Tessuto, via Puccetti 3 - Prato.

Per gli architetti che partecipano è previsto l'accreditamento di 3 CFP.
Iscrizione diretta tramite login alla piattaforma CNAPPC -­ IM@teria -­ info: architettiprato@archiworld.it


Lorenzo Giusti è direttore del Museo MAN di Nuoro. Storico dell'arte contemporanea e curatore, è autore di monografie e saggi sull'arte e la critica del XX e del XXI secolo. Tra il 2009 e il 2012 è stato curatore del Centro per l'arte contemporanea EX3 di Firenze.

Antonio Marras è uno dei più importanti stilisti italiani. Acclamato internazionalmente per il suo stile originale, carico di riferimenti al mondo dell'arte e alle tradizioni della Sardegna, è stato direttore artistico del marchio Kenzo fino al 2011, anno in cui ha deciso di dedicarsi interamente al suo progetto.

pubblicato in data: