Nuovi luoghi della contemporaneità

mostre, un concorso e incontri tra sociologia, filosofia, psicanalisi e architettura

Bologna, 17 marzo - 20 maggio 2015

Prende il via la rassegna organizzata dall'associazione Civico 32 e GarBo - Giovani architetti Bologna, un percorso tra saperi differenti che animerà, dal 17 marzo al 28 aprile, il Cortile Caffè (via Nazario Sauro 24/b, Bologna). Al centro della manifestazione, cinque incontri tra sociologia, filosofia, psicanalisi e architettura, tre mostre, più un concorso di fotografie e poesie, per indagare i "Nuovi luoghi della contemporaneità", come recita il titolo della rassegna.

«La globalizzazione ha reso più piccola la terra, ma anche più complessa la nostra esistenza, con effetti tutti da valutare, a partire dalla trasfigurazione dei tradizionali luoghi della vita quotidiana con l'emersione di stranianti nonluoghi» dice il curatore della rassegna, Livio Scaramuzzo di Civico 32. «A ogni latitudine è possibile incontrare uguali prodotti e immagini, indossare gli stessi brand, soggiornare nella stessa catena alberghiera - continua -. Quello in cui viviamo è un nuovo paradigma che necessita di uno sguardo nuovo e di nuove parole per essere compresa».

Gli appuntamenti

Martedì 24 marzo alle ore 18.30, sul "nonluogo politico" generato dalla crisi della rappresentanza, su democrazia, neoliberismo e comunicazione interviene il politico e filosofo Stefano Bonaga, moderato da Livio Scaramuzzo.

Martedì 31 marzo alle ore 18.30 riflettori sul caso delle social street come esempio di organizzazione sociale capace di influire nelle politiche e nel quotidiano della città. Ivana Pais, docente di Sociologia economica all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dialoga con Saverio Cuoghi della rete bolognese delle social street. Presenti anche i rappresentanti di alcune social street cittadine: Michela Bassi e Alice Marchetti (via Duse), Donatella Montagna (via Nazario Sauro) e Nino Iorfino (via del Pratello).

Si continua martedì 14 aprile alle ore 18.30 affrontando il tema della famiglia come istituzione sociale in trasformazione e delle nuove forme di legami sociali insieme a Paola Francesconi, psichiatra psicanalista e docente dell'Istituto freudiano. Modera Livio Scaramuzzo.

Per l'ultimo incontro, martedì 28 aprile alle ore 18.30, si ritorna sull'argomento dei nonluoghi per capire come possano modificarsi, perdendo la loro neutralità per accogliere nuove identità. Di città "smart" e rigenerazione urbana parleranno, attraverso esperienze e casi studio, Nicola Marzot del dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara, l'architetto Luca Biancucci e l'imprenditore Giampaolo Rimondi, moderati da Francesco Pasquale di GarBo.

Il ciclo di incontri sarà accompagnato da tre mostre presso il Cortile Caffè a cura di Fantomars arte accessibile. Sul tema dei nonluoghi Civico 32 e GarBo, in collaborazione con Scuola della carta e la fanzine Versante ripido, lanciano inoltre un "concorso foto#grafico" di fotografie e poesie (regolamento su civico32.org). Le opere vanno inviate dal 15 aprile al 20 maggio. Le migliori saranno esposte presso la sede di Civico 32 (via Nazario Sauro 24/b) e pubblicate su Versante Ripido.

Appuntamento: dal 17 marzo al 20 maggio 2015
presso il Cortile Cafè in via Nazario Sauro 24/b, Bologna.

Per informazioni: Civico 32, e-mail info@civico32.org | GarBo - Giovani architetti Bologna, e-mail info@giovaniarchitettibologna.org - web www.giovaniarchitettibologna.org

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: