Geografie. Tra arte e design: i grandi maestri dell'arte insieme per rappresentare il globo

Al Museo Poldi Pezzoli una mostra a cura di Beppe Finessi

Milano, 1 aprile - 4 maggio 2015

Apre il primo aprile "Geografie", una mostra a cura di Beppe Finessi dedicata ad un grande tema: la rappresentazione geografica, la cartografia, la visualizzazione grafica (e non solo) del pianeta, le mappe e i mappamondi. Un'indagine che unisce la creatività contemporanea con le opere storiche presenti nella casa museo, un percorso ricco e articolato con cui il Museo Poldi Pezzoli, Foscarini e Inventario continuano la loro riflessione sull'arte e sul design in ideale continuità con le mostre degli scorsi anni.

Latifa Echkhch- Globus

I pezzi protagonisti della mostra sono opere scelte tra quelle immaginate da alcuni dei grandi maestri dell'arte contemporanea, come Carol Rama, Michelangelo Pistoletto, Giosetta Fioroni, Alighiero Boetti e Luciano Fabro, e da alcuni dei protagonisti più significativi della ricerca internazionale di anni più recenti, come Mona Hatoum, Stefano Arienti, Andrea Anastasio e Latifa Echakhch, oltre che oggetti di design progettati tra gli altri da Diego Grandi, Nendo, Giulio Iacchetti, Ezri Tarazi, Lorenzo Damiani e Drill Design.

Michelangelo Pistoletto - Tavolo Mediterraneo

Si tratta di una raccolta di opere e oggetti che mostrano forme derivate dai nostri territori o dalle piazze delle nostre città, tra cui piatti che registrano dislivelli come fossero quelli delle colline, mappe e mappamondi che mai come in questo momento storico sono diventati oggetto dell'attenzione di molti designer e creativi. "Geografie" si sviluppa lungo l'intero percorso espositivo del Museo Poldi Pezzoli, dove le opere si inseriscono in modo armonioso nei delicati equilibri della casa.

«Questa mostra si inserisce nell'ambito della nostra attività con Inventario, la straordinaria avventura editoriale che Foscarini promuove e sostiene, diretta da Beppe Finessi, premiata quest'anno con il Compasso d'oro ADI. Inventario è il nostro think-tank verso il mondo della cultura, delle arti, del design e da cinque anni è anche una mostra di cui siamo particolarmente orgogliosi al Museo Poldi Pezzoli, un progetto che è si è consolidato negli anni, una sfida sempre nuova e appassionante» afferma Carlo Urbinati, presidente di Foscarini.

Il Museo Poldi Pezzoli da alcune decine d'anni custodisce due preziosi, rarissimi stipi napoletani del 1620 in ebano e avorio che recano, tra l'altro, incise le mappe delle principali città del mondo e la mappa del globo terrestre allora conosciuto.

Barnaby Barford- Global Service

In occasione dell'inaugurazione si confronteranno, in una tavola rotonda dedicata al tema, esperti e creativi tra cui Francesco M. Cataluccio, Diego Grandi e Stefano Salis. Completa l'esposizione un volume edito da Corraini Edizioni che, grazie ad alcuni saggi specialistici di particolare rilievo, è candidato a diventare un testo di riferimento sul tema delle mappe.

Inaugurazione
31 marzo 2014 | Ore 17.30 Museo Poldi Pezzoli | Via Manzoni 12, Milano

Periodo espositivo: 1 aprile - 4 maggio 2015
Museo Poldi Pezzoli, Via Manzoni 12 | 20121 Milano

Apertura: da mercoledì a lunedì, dalle 10.00 alle 18.00. Chiuso il martedì
Ingresso: 10 € | 7 € ridotto | bambini fino ai 10 anni gratuito

web www.museopoldipezzoli.it


Un progetto espositivo a cura di Inventario promosso e sostenuto da Foscarini con Edizioni Corraini. Progetto grafico e allestimento: Designwork

Con il patrocinio di: Ministero per i Beni le Attività Culturali e il Turismo, Regione Lombardia - Culture, Identità e Autonomie, Comune di Milano - Cultura e Camera di Commercio di Milano.
In collaborazione con: Associazione Amici del Museo Poldi Pezzoli e Fondazione Corriere della Sera.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: