Wooddays: il roadshow internazionale che mette insieme legno e costruzioni arriva a Torino

Il potenziale del legno illustrato in 50 progetti esposti nel Woodbox in piazza Vittorio Veneto

Dalle giungle di cemento alle foreste urbane: possono le nostre città diventare più sostenibili grazie all'utilizzo del legno, trasformandosi in polmoni verdi hi-tech? Questa è la domanda a cui cerca di rispondere la mostra itinerante che ora approda a Torino.

Torino, 8 - 18 maggio 2015

mostre e convegni

Torino, 8 - 18 maggio 2015

Dalle giungle di cemento alle foreste urbane: possono le nostre città diventare più sostenibili grazie all'utilizzo del legno, trasformandosi in polmoni verdi hi-tech? Questa è la domanda a cui cercano di rispondere i Wooddays, la mostra-evento itinerante che nel suo tour europeo approda anche a Torino, con seminari e workshop dedicati alle possibilità offerte dal legno come materiale da costruzione in ambito urbano.

Wood. Building the future è lo slogan del roadshow internazionale che porta nel cuore delle città europee un'installazione mobile e compatta, il Woodbox, che illustra attraverso 50 progetti il potenziale del legno in edilizia. A Torino sarà esposto in piazza Vittorio Veneto dall'8 al 18 maggio.

Dopo l'edizione 2014 che ha toccato Milano, Lubiana, Chienes, Bratislava, Klagenfurt e Bruxelles, sensibilizzando oltre 17.000 visitatori, quest'anno i Wooddays coinvolgeranno anche Zagabria, Torino, Linz e Vienna. L'iniziativa organizzata da proHolz in collaborazione con il Dipartimento di Edilizia in legno del Politecnico di Monaco di Baviera (TUM), sostenuta dall'Organizzazione Europea delle Segherie (EOS) e dalla Federazione Europea dei Produttori di Pannelli in Legno (EPF), è patrocinata dalle rispettive amministrazioni comunali.

L'evento nasce per promuovere soluzioni architettoniche a basso impatto ambientale, resistenti ed efficienti dal punto di vista energetico. Ecco che il legno diventa il materiale più adatto per rispondere a queste esigenze. Rispetto ad altre modalità di costruzione, gli edifici in legno offrono un vantaggio decisivo per i contesti urbani densamente popolati, poiché possono essere prefabbricati garantendo la realizzazione rapida del progetto indipendentemente dalla stagione e dalle condizioni atmosferiche.

Grazie alla sua leggerezza, questo materiale consente interventi innovativi nell'ambito dell'ampliamento dei patrimoni edilizi, dell'addensamento di spazi residenziali e della riqualificazione degli edifici. Woodbox mostra proprio come l'edilizia in legno stia penetrando nuove dimensioni, dalle grandi opere alla realizzazione di grattacieli, dall'edilizia pubblica alle scuole e case di riposo. Sotto l'aspetto ecologico, inoltre, il legno non ha rivali: non esiste, infatti, un materiale da costruzione con un'impronta di carbonio più bassa.

Wooddays vuole fornire a un pubblico più vasto una nuova prospettiva su uno dei materiali più antichi dell'umanità. I tanti eventi, dai dialoghi tra città al congresso di architettura, offrono, infatti, un'esclusiva piattaforma di dialogo internazionale in cui far convergere tutte le voci in campo: dai politici agli amministratori locali, dagli architetti ai progettisti, dalle industrie del legno alle imprese edili, fino agli studiosi e ai ricercatori. Obiettivo di questo forum di interscambio è definire le condizioni quadro per il successo dell'edilizia in legno e creare reti sostenibili.

Gli eventi

Tra i principali eventi del tour torinese, si segnala il workshop dedicato al dialogo Torino - Berlino "Wood, growing cities - Torino e Berlino, due metropoli sulla via della sostenibilità" (13 maggio). Figure del calibro dell'architetto Markus Lager (Kaden + Partner, Berlino) ed Enzo Lavolta (assessore all'Ambiente del Comune di Torino e presidente della Fondazione Smart City) illustreranno il concetto di sviluppo sostenibile che caratterizzerà in futuro le rispettive città unite da una partnership culturale.

A seguire, il seminario dedicato a studenti e professionisti "Wood works, costruzioni in legno nella città, tecnologie a regola d'arte, sviluppi e casi studio". Il 15 maggio, infine, il convegno internazionale di architettura "Wood and the City of tomorrow", dove saranno presentati spettacolari progetti di edilizia in legno nelle metropoli, indicando la via per uno sviluppo consapevole. Come relatori d'eccezione, Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana e direttore di "NIMBUS", Alex de Rijke dello studio di architettura "dRMM" di Londra, Marco Dell'Agli, dello studio Mario Cucinella Architects di Bologna e Alberto Alessi, direttore della rivista "Materialegno".

Appuntamento: 8 - 18 maggio 2015
Piazza Vittorio Veneto - Torino.

Il Woodbox è aperto ogni giorno ore 10,00 - 22,00, ingresso libero.

Il programma dettagliato e ulteriori informazioni sono reperibili al sito www.wooddays.eu

pubblicato in data:

vedi anche...
Wooddays: il roadshow internazionale che mette insieme legno e costruzioni arriva a Torino - Il potenziale del legno illustrato in 50 progetti esposti nel Woodbox in piazza Vittorio Veneto

Dalle giungle di cemento alle foreste urbane: possono le nostre città diventare più sostenibili grazie all'utilizzo del legno, trasformandosi in polmoni verdi hi-tech? Questa è la domanda a cui cerca di rispondere la mostra itinerante che ora approda a Torino.

Torino, 8 - 18 maggio 2015