Ritorna al Parco della Musica, il Festival del Verde e del Paesaggio

Un'oasi urbana di 25.000 mq, oltre 200 espositori, concorsi e giardini d'autore

Un'oasi urbana di 25.000 mq, un chilometro di esposizione dedicata a terrazzi balconi e giardini. Oltre 200 espositori, un giardino caleidoscopico realizzato dalle firme spagnole sotto la supervisione di Franco Zagari ed ispirato a Luis Barragán. E poi i giardini prêt-à-porter di Carlo Contesso.

Roma, dal 15 al 17 maggio 2015

mostre e convegni

Roma, dal 15 al 17 maggio 2015

Un'oasi urbana di 25.000 mq, un chilometro di esposizione dedicata a terrazzi balconi e giardini. Oltre 200 espositori, tra cui 60 produttori specializzati di piante da tutta Italia, soluzioni all'avanguardia e proposte creative per trasformare grandi e piccoli spazi esterni.

È la quinta edizione del Festival del Verde e del Paesaggio in programma dal 15 al 17 maggio all'Auditorium Parco della Musica di Roma con tante novità: Méxicobarragántaco, il giardino caleidoscopico che Elias Torres e José Antonio Martínez Lapeña dedicano al grande architetto messicano Luis Barragán, i Terrazzi prêt-à-porter di Carlo Contesso e i Tavoli d'Italia, opera inedita dell'artista Ciriaco Campus.

Follie d'Autore, la sezione curata da Franco Zagari si conferma come momento fra i più interessanti della sperimentazione sul giardino in Italia. Quest'anno ospiterà Méxicobarragántaco. Si tratta di un'installazione progettata da José Elías Torres e Antonio Martínez Lapeña con la collaborazione di Monica Sgandurra e Adrià Orriols. I due architetti spagnoli, tra le firme più autorevoli della scena internazionale, hanno ideato un giardino intimo e misterioso, un omaggio all'architetto messicano Luis Barragán. I progettisti si sono ispirati al taco, la tipica tortilla ripiena di vari ingredienti. Allo stesso modo del gustoso piatto, il giardino è "assaporabile" attraverso i sensi: vista, olfatto e udito.

Novità di quest'anno è il giardino prêt-à-porter: da poter replicare a casa. L'autore è Carlo Contesso, tra i più raffinati e conosciuti garden designer italiani, firma di Gardenia e del Corriere della Sera. Contesso ha progettato quattro terrazze di 4 x 2,5 metri, ciascuna posizionata in uno dei quattro punti cardinali. A Sud un solarium con doccia e pavimento in legno; ad Ovest una sala per cene immersa in un ambiente di piante mediterranee; un angolo-lettura tra le felci a Nord e ad Est un romantico spazio per la colazione.

Gli allestimenti verdi dei concorsi "Balconi per Roma" e "Avventure creative" guideranno come ogni anno il pubblico lungo il percorso espositivo disegnato sul Parco pensile tra corsi di giardinaggio e di green cooking, orticoltura e garden design, gratuiti per tutti i visitatori. Giardini in testa ispirerà i cappelli-istallazione con cui sfileranno gli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Roma.

Incontri e interviste, un'area con giochi a tema per bambini, la zona pic-nic con l'angolo bio e aperitivi jazz completano il piacere di partecipare ad un evento così originale.

Appuntamento: dal 15 al 17 maggio 2015
Auditorium Parco della Musica, Viale Pietro de Coubertin 00196 Roma

+ info e programma: www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it

pubblicato in data:

Ritorna al Parco della Musica, il Festival del Verde e del Paesaggio - Un'oasi urbana di 25.000 mq, oltre 200 espositori, concorsi e giardini d'autore

Un'oasi urbana di 25.000 mq, un chilometro di esposizione dedicata a terrazzi balconi e giardini. Oltre 200 espositori, un giardino caleidoscopico realizzato dalle firme spagnole sotto la supervisione di Franco Zagari ed ispirato a Luis Barragán. E poi i giardini prêt-à-porter di Carlo Contesso.

Roma, dal 15 al 17 maggio 2015