Il futuro del contemporaneo, conservazione e restauro del design

Grandi esperti si confrontano sulle problematiche di conservazione dei materiali contemporanei

Grandi storici del design, direttori di musei nazionali e internazionali, chimici, docenti di restauro, si confrontano sulle problematiche di conservazione dei materiali contemporanei. Partecipano anche numerosi designer affermati in una due giorni ospitata alla Fondazione Plart.

Napoli, 15 e 16 maggio 2015

mostre e convegni

Napoli, 15 e 16 maggio 2015

Grandi storici del design, direttori di musei nazionali e internazionali, galleristi, chimici, conservatori, diagnosti, restauratori e docenti di restauro, si confrontano sulle problematiche di conservazione e restauro dei materiali della nostra contemporaneità

Si terrà a Napoli il 15 e 16 maggio 2015, un convegno internazionale di studi sul tema Il futuro del contemporaneo, conservazione e restauro del design, curato da Giovanna Cassese, docente di Storia dell'arte contemporanea e Problematiche della conservazione dell'arte contemporanea all'Accademia di Belle Arti di Napoli. Ad affiancarla ci sono Alice Hansen e Antonella Russo, restauratrici e responsabili del Dipartimento di ricerca e conservazione del Plart. Il Convegno ha il patrocinio del MIUR, del MIBACT, del CNR, dell'IGIIC e della Società Chimica Italiana.

Esperti nazionali e internazionali che operano nel campo della conservazione e restauro dei materiali metteranno a confronto esperienze e risultati scientifici. Parteciperanno anche numerosi designer affermati e di diverse generazioni per interrogarsi su ricerca, progetto, innovazione e deperibilità e/o durabilità del design.

«Sono convinta che il restauro del design sia parte integrante della conservazione e del restauro dell'arte contemporanea - afferma la prof. Giovanna Cassese, curatrice dell'iniziativa - ma non solo. Conservare il design significa conservare le testimonianze materiali del nostro vivere quotidiano, la nostra storia. La variabilità, l'instabilità e il degrado dei materiali contemporanei a cominciare dalla plastica, le rapide innovazioni e le mode fugaci e susseguentesi nell'era post- post industriale impongono una riflessione sulla conservazione degli oggetti di design, che sono oggetti - simbolo di un'epoca, quella appunto della seconda metà del XX secolo, che percepiamo come contemporanea e sempiterna, ma le cui testimonianze si deteriorano e si perdono irrimediabilmente tanto più facilmente e velocemente rispetto alle epoche passate».

Intervengono, tra gli altri, Renato De Fusco, architetto e professore emerito di Storia dell'architettura all'Università Federico II, Anty Pansera, storico e critico del design, Pilar Velez, direttrice del Museu del Disseny di Barcellona, Susanne Graner, head of collection archive al Vitra Design Museum di Weil am Rhein, Barbara Ferriani, coordinatrice del Laboratorio di Restauro - Triennale design Museum a Milano, Yvonne Shashoua, ricercatrice senior al Nationale Museum of Denmark di Copenaghen, Brenda Keneghan, conservation scientist al Victoria and Albert Museum a Londra.

Appuntamento: venerdì 15 e sabato 16 maggio 2015
Fondazione Plart, via Giuseppe Martucci 48, Napoli.

Info, programma e prenotazioniwww.fondazioneplart.it

 

pubblicato in data: