Giornate dell'architettura Alto Adige

Masi, cantine vinicole, alberghi, edifici pubblici e privati: in tutto 40 architetture oggetto di tour guidati

Masi, cantine vinicole, alberghi, edifici pubblici e privati: in tutto 40 architetture di pregio dell'Alto Adige diventano oggetto di tour guidati. Completano il programma la "Notte dell'architettura" e il congresso "Alpitecture".

Alto Adige, dall'11 al 14 giugno 2015

mostre e convegni

Alto Adige, dall'11 al 14 giugno 2015

Masi, cantine vinicole, alberghi, edifici pubblici e privati: in tutto 40 architetture di pregio dell'Alto Adige che dall'11 al 14 giugno diventano oggetto di tour guidati. Saranno i committenti ad aprire le porte dei vari edifici, mentre gli architetti forniranno ai visitatori tutti i dettagli sulla progettazione e sui lavori di costruzione degli edifici. È in partenza la prima edizione delle Giornate dell'architettura in Alto Adige. Una nuova iniziativa - organizzata dalla Fondazione Architettura Alto Adige e dall'Agenzia Alto Adige Marketing (SMG) - e destinata ad avere un respiro pluriennale.

Gli itinerari proposti coinvolgono diverse zone, dalla città di Bolzano e i suoi dintorni (www.bolzanodintorni.info) fino alle località di Brunico, Bressanone, Merano e la Val Pusteria. Focus di questa prima edizione, le ristrutturazioni che hanno permesso a edifici antichi di essere ripensati con nuove destinazioni d'uso. A completare il ricco programma di visite, la Notte dell'Architettura (sabato 13 giugno), e poi ancora studi artistici aperti, tavole rotonde ad accesso libero e il congresso Alpitecture, rivolto ai professionisti del settore.

Il giro del vino

Per approfondire il rapporto tra architettura e vino, l'evento propone il "Giro del Vino", ovvero un tour di un giorno intero (9.00-18.00) che toccherà diverse realtà vinicole della zona, dalla Tenuta J. Hofstätter di Termeno al modernissimo Weinhof Kobler di Magré, e poi ancora la cantina di San Michele Appiano, quella di Nals Margreid a Nalles, la tenuta Elena Walch a Termeno e l'enoteca Niklaserhof di Caldaro. Un percorso complesso ed eterogeneo, che includerà anche degustazioni e il pranzo presso la suggestiva vineria Paradeis di Magré (prezzo 90 euro).

Bolzano e dintorni

Per approfondire invece il patrimonio urbano della regione, imperdibile l'itinerario "Bolzano e dintorni" (www.bolzanodintorni.info): più breve rispetto al precedente (9.30-12.30) ma altrettanto ricco di spunti. Il focus sarà sulle differenze tra la città più "tedesca", con i suoi meravigliosi palazzi gotici, e quella "italiana" - anche per stile di vita - caratterizzata invece da elementi architettonici razionalisti e urbanisticamente congiunte dal ponte sul fiume Talvera (prezzo 30 euro): tra i monumenti che si visiteranno, Casa Rizzolli, la scuola professionale Hannah Arendt, l'EURAC e il Monumento alla Vittoria. Per chi invece volesse assaporare anche un tocco di liberty, da non perdere l'itinerario sul Renon (15.00-18.00), con la visita alle case di villeggiatura a Maria Assunta e al Parkhotel Holzner a Soprabolzano.

Dalla Val Venosta alla Val Pusteria

Ma le Giornate dell'Architettura includono anche altri itinerari (otto in tutto): dalla Val Venosta, con la sua Abbazia Benedettina e la distilleria di whisky Puni, fino agli alberghi di lusso della Val Pusteria. E poi Bressanone, Merano, Brunico e i masi, le tipiche case contadine che sono uno dei tratti distintivi del paesaggio altoatesino.

Nuova vita per antiche mura

Per questa prima edizione l'iniziativa prende in considerazione costruzioni antiche che sono state sottoposte a restauro o ampliamento e spesso anche adibite a nuovi scopi. L'edizione 2016 invece si occuperà dell'inserimento dell'architettura nel paesaggio.

Porte aperte anche negli atelier degli artisti

Con questa iniziativa Fondazione Architettura vuol avvicinare l'architettura alla gente ma senza essere pedante. Solo "toccando con mano" le costruzioni, è possibile capirle: «Il nostro obiettivo è sensibilizzare altoatesini e forestieri alla cultura del costruire - sostiene l'architetto Carlo Calderan, presidente di Fondazione Architettura Alto Adige - E d'altro canto la nostra provincia ha tutte le carte in regola per diventare un punto di riferimento nel milieu internazionale degli architetti, grazie ad un linguaggio formale unico, espressione delle specificità naturali, dell'incontro fra tre culture e dell'utilizzo di materiali tipici del territorio».

La notte dell'Architettura e Alpitecture

Clou della manifestazione sarà la Notte dell'Architettura, in programma a Bolzano il 13 giugno: dalle 19, presso la sede dello shop Salewa, gli architetti altoatesini incontreranno il pubblico mostrando i loro progetti e partecipando a dibattiti, oltre ad animare la serata con musica, esibizioni sulla parete di roccia e assaggi di prodotti altoatesini. L'ingresso è libero, l'iscrizione è obbligatoria.

Infine, per gli addetti ai lavori, dall'11 al 14 giugno ci sarà anche Alpitecture: organizzato da EOS Organizzazione Export Alto Adige, l'evento prevede visite e workshop per progettisti e architetti, un congresso, una tavola rotonda, la proiezione del film "Noi & l'architettura" e le visite dirette agli studi degli artisti locali (tra Lasa, Merano, Lana, Bolzano, Brunico e Campo Tures).

Una app

La nuova applicazione sull'architettura in Alto Adige per iOS, Android e Windows Phone, segnala gli oggetti più interessanti nei dintorni e permette di crearsi un itinerario personalizzato grazie a tante utili informazioni su strutture, progettisti ed eventi. Per info www.suedtirol.info/archapp. Disponibile da fine maggio 2015.

Appuntamento: Alto Adige - dall'11 al 14 giugno 2015

Regole degli itinerari: sono a numero chiuso e su prenotazione e saranno guidati da architetti o esperti. Prezzi a partire da 20 euro. Info e prenotazioni: tel. +39 0471 302 813 | email info@giornatedellarchitettura.it

Info e programma eventi: www.giornatedellarchitettura.it

pubblicato in data: