D'Après Michelangelo. La fortuna dei disegni per gli amici nelle arti del Cinquecento

Milano, 30 settembre 2015 - 10 gennaio 2016

Nelle nuove sale espositive dell'Antico Ospedale Spagnolo (castello Sforzesco), adiacenti al Museo della Pietà Rondanini da poco inaugurato, apre la mostra "D'Après Michelangelo. La fortuna dei disegni per gli amici nelle arti del Cinquecento".

Disegni, alcuni originali del grande genio del Cinquecento, dipinti, incisioni, preziosi oggetti d'arte permetteranno di conoscere un aspetto più intimo del maestro, riguardante la sfera della sua vita privata e delle sue amicizie: un piccolo nucleo compatto, per i quali è stata coniata la definizione di "fogli d'omaggio".

Tra gli anni Venti e Quaranta del Cinquecento, Michelangelo, mentre attende alle committenze medicee (Sagrestia Nuova in San Lorenzo a Firenze) e a quelle pontificie (il Giudizio Universale della Sistina), intreccia importanti relazioni di amicizia con esponenti della nobiltà romana, siglate anche attraverso il dono di elaboratissime composizioni grafiche a matita.

Non semplici disegni di studio (o non solo), bensì opere d'arte a tutti gli effetti in sé compiute. Questa produzione grafica rappresenta un vertice dell'attività michelangiolesca non soltanto per l'elevato grado di finitezza formale, ma anche per la complessità iconografica dei soggetti proposti, di tematica classica e mitologica nei doni per Tommaso Cavalieri, e di argomento sacro e devozionale in quelli per Vittoria Colonna.

L'aspetto che questa mostra intende documentare è l'apparente, affascinante contrasto tra l'originaria destinazione privata di tali disegni, quasi "frammenti" di un intimo dialogo con gli amici, e la straordinaria, immediata fortuna che essi incontrarono presso gli artisti e i collezionisti del tempo.

Appuntamento: 30 settembre 2015 al 10 gennaio 2016,
Castello Sforzesco, sale espositive dell'Antico Ospedale Spagnolo.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: