L'Agritettura trasforma barbabietole in lampade e funghi in isolante

due incontri su edilizia e design "bioecologici"

Firenze, martedì 5 e 26 maggio 2016 dalle 14.00

Niente cemento o calcestruzzo. I mattoni per le case sono realizzati con la canapa, al posto dell'acciaio c'è il bamboo. La vetroresina è sostituita dai derivati del carciofo, mentre gli imballaggi e i pannelli isolanti sono creati con i funghi. Le lampade o le sedie sono invece di plastica biodegradabile, ottenuta dalle barbabietole o dal mais.

Sono i prodotti 100% eco-sostenibili e biocompatibili e tema centrale di Agritettura - Nutrire il cantiere, l'iniziativa organizzata dalla Commissione DAS (Dibattito architettura sostenibile) dell'Ordine degli architetti di Firenze e dall'Ordine provinciale dei dottori agronomi e forestali, in programma alla Palazzina Reale di Santa Maria Novella i prossimi 5 e 26 maggio a partire dalle 14.

Due giornate di studio a confronto con startup, aziende, docenti universitari, ricercatori ed esperti del settore in arrivo dalla Toscana e non solo, per fare il punto sull'impiego dei nuovi materiali per le costruzioni e l'arredamento provenienti dall'agricoltura.

Durante il primo appuntamento, giovedì 5 maggio, si parlerà in particolare di "Antiche nuove risorse", ovvero di materiali riscoperti come canapa, kenaf, lino, tabacco, la paglia, la terra cruda, il bamboo e altro ancora. La seconda giornata, che si svolgerà giovedì 26 maggio e avrà il titolo "Chi ri-cerca trova", si concentrerà sui prodotti più innovativi, dai biopolimeri al micelio, analizzati dal punto di vista tecnico, normativo e produttivo.

Gli incontri

Agli incontri, aperti al pubblico e strutturati in tavole rotonde e relazioni frontali, parteciperanno ad esempio Pierluigi Santoro, Antonio Di Giovanni e Vincenzo Sangiovanni di Funghi Espresso, giovane startup con sede a Firenze che ha iniziato la sua attività coltivando funghi dai fondi di caffè e che ad Agritettura presenterà un innovativo pannello ignifugo ottenuto dal micelio.

Presenti, tra gli altri, anche il presidente di Toscanapa Cesare Tofani che illustrerà lo stato attuale della filiera produttiva della canapa nella nostra regione e il suo utilizzo in edilizia, ed esperti dell'impiego delle balle di paglia da costruzione. Senza contare l'imprenditrice sarda Daniela Ducato di Edilana, una delle pioniere dell'abitare "senza petrolio" che l'ha vista realizzare, tra i primi in Italia, prodotti per l'edilizia ad alta tecnologia industriale a partire dalla pura lana di pecora o dalle alghe del mare.

» programma

Appuntamento: martedì 5 e 26 maggio 2016
Palazzina Reale, piazza Stazione, 50 - Firenze.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: