Incontri con l'architettura svizzera

conferenza

pubblicato il:

Roma, 4 dicembre 2003, ore 18.00

L'Ambasciata di Svizzera a Roma, l'Accademia Nazionale di San Luca e l'Accademia di Architettura di Mendrisio, Cantone Ticino
invitano a partecipare alla consegna ufficiale della Borsa di studio Francesco Borromini.

La Borsa di studio Francesco Borromini è nata nel 1999, in occasione delle numerose iniziative e celebrazioni che hanno avuto luogo per il Quarto Centenario della nascita del famoso architetto ticinese. Alla base del progetto si trova una stretta collaborazione tra la prestigiosa Accademia Nazionale di San Luca a Roma e la giovanissima ma molto dinamica Accademia di architettura di Mendrisio dell’Università della Svizzera italiana. Lo scambio scientifico e culturale tra queste due istituzioni importanti, ma molto diverse, rappresenta uno degli scopi principali di questo progetto.

La borsa di studio vuole dare l’opportunità ad uno studente italiano di trascorrere un anno accademico in Svizzera. Questo soggiorno gli permetterà di approfondire i suoi studi presso l’Accademia di Mendrisio, creata nel 1996 dal famoso architetto svizzero Mario Botta.

Prendendo spunto dall’impronta lasciata dall’architetto ticinese nell’architettura barocca romana, l’Ambasciata di Svizzera ha voluto non solo favorire uno scambio tra le accademie dei due paesi, ma anche creare un’opportunità per presentare l’architettura svizzera moderna, invitando ogni anno un rappresentante della scena contemporanea.

Dunque sin dal primo anno la consegna della "Borsa di Studio Francesco Borromini", che si svolge a Palazzo Carpegna, storica sede dell’Accademia Nazionale di San Luca, è abbinata a conferenze di alcuni dei maggiori protagonisti dell’architettura svizzera contemporanea (nel 1999 Mario Botta, seguito nel 2000 da Roger Diener, nel 2001 da Peter Zumthor e nel 2002 da Luigi Snozzi).  

Quest'anno lo sguardo sarà rivolto alla cultura dell’area francofona con la presenza dell’architetto Patrick Devanthéry, dello studio Devanthéry & Lamunière di Ginevra, che parlerà della sua opera in una conferenza in lingua italiana dal titolo "Lo spessore della trasparenza". 

Sede: Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell'Accademia di San Luca 77, Roma