Dario Passi torna a esporre i suoi disegni in Italia. La mostra a Roma

Divisare e Fondazione Pastificio Cerere presentano la mostra dedicata alla produzione artistica dell'architetto Dario Passi che, dopo le recenti mostre in Francia, torna in Italia ed espone a Roma una raccolta di disegni inediti, testimonianza della ricerca svolta nella capitale tra gli anni '70 e '80. Inaugurazione martedì 20 giugno 2017 alle 19:00

Roma, 21 giugno - 21 luglio 2017

mostre e convegni

Roma, 21 giugno - 21 luglio 2017

Divisare e Fondazione Pastificio Cerere presentano Disegni - mostra personale di Dario Passi, esposizione curata da Alexandra Andresen che sarà inaugurata martedì 20 giugno 2017 e aperta al pubblico dal 21 giugno al 21 luglio 2017.

L'evento è dedicato alla produzione artistica dell'architetto Dario Passi che, dopo le recenti mostre al Centre Pompidou a Parigi, nel 2012, e al Frac Centre-Val de Loire, nel 2015, rientra in Italia ed espone a Roma una raccolta di disegni inediti, testimonianza della ricerca svolta nella capitale tra gli anni '70 e gli anni '80. L'architettura del Novecento, con particolare attenzione all'ambiente romano, e il rapporto con la pittura, con la quale Passi instaura fin dagli anni '60 uno stretto legame, sono i temi della sua attività costantemente impegnata ad approfondire il nesso tra architettura e arti visive liberando il disegno dalle convenzioni disciplinari e facendogli conquistare un'autonomia autoriale autobiografica.

Nel rapporto tra il pensiero, la parola e la figura l'artista inserisce il suo lavoro che solo per scelte di vita casuali si trova applicato al progetto di architettura. I disegni esposti, infatti, sono l'arrivo all'architettura attraverso l'esplorazione dell'arte: i materiali sono rappresentati dai segni e dai colori, elementi capaci di tenere insieme i progetti su un foglio.

La mostra è una raccolta di immagini che riportano al senso morale ed etico dell'edificare, sovrapponendo idee, fantasmi e proiezioni di un'impossibilità che non è personale, ma piuttosto storia e sociale.

L'esposizione sarà accompagnata da "Piccola Antologia. Dario Passi", una raccolta di scritti su e dell'architetto edita da Divisare con interventi critici di Achille Bonito Oliva, Giorgio Muratore e Franco Purini.


© Divisare

Dario Passi

Dario Passi, di origine romana, vive e lavora nella capitale. Dopo aver conseguito la laurea in Architettura, partecipa a numerosi concorsi, segnando tappe importantissime nella sua attività progettuale.

Il suo esordio artistico si colloca nel 1977, quando prende parte, insieme ad artisti emergenti, agli Incontri Internazionali d'Arte organizzati da Achille Bonito Oliva.

Nel 1980 incontra e si confronta con Enzo Cucchi nella prima serie di mostre intitolate "Duetto", a cura di Francesco Moschini, che curerà altre importanti esposizioni, tra cui quella agli Incontri Internazionali d'Arte, in occasione della quale Dario Passi presenta quattro tele ad olio che vedono le figure dei suoi progetti dipinti come paesaggi costruiti e declinate in un unico colore. Si tratta di una sorta di lascito alla sua disciplina che, a partire dai primi anni del '90, abbandona definitivamente con la mostra "Winter", allestita al Museo Laboratorio dell'Università La Sapienza (1994) e costituita da una ventina di tele di grandi dimensioni giocate su strutture bianche, grigie e nere. A partire da questo evento svilupperà, negli anni successivi, un'intensa ricerca pittorica.

Appuntamento

Inaugurazione martedì 20 giugno 2017 | ore 19:00

periodo espositivo 21 giugno - 21 luglio 2017 | dal lunedì al venerdì, dalle 15:00 alle 19:00
presso Fondazione Pastificio Cerere - Via degli Ausoni 7, Roma

Per maggiori informazioni visitare www.pastificiocerere.it

pubblicato in data: