Piero Bottoni

mostra

Milano, 19 marzo 2004, ore 21.00

Venerdì 19 marzo p.v. alle 21 si inaugura presso la Fondazione dell'Ordine degli Architetti della provincia di Milano (via Solferino, 19) la mostra "Piero Bottoni a Bologna e a Imola. Casa, città, monumento. 1934-1969" prodotta dall'Archivio Piero Bottoni, Dpa, Politecnico di Milano.

Per l'occasione si terrà un incontro sul tema: "Corpo a corpo. Dialettica tra razionalismo, storia e modernità nell'opera di Piero Bottoni a Bologna e a Imola" a cui intervengono Giancarlo Consonni, Mauro Galantino, Angelo Torricelli; conduce Federico Acuto

Nella vicenda culturale e professionale di Bottoni l'area bolognese occupa un posto di assoluto rilievo. Nel capoluogo emiliano Piero Bottoni ha la possibilità di mettere organicamente alla prova l'armamentario concettuale e operativo cresciuto nella frequentazione dei Ciam; ma ha anche la possibilità di misurarsi con le implicazioni sociali della prassi urbanistica e di sperimentare personali interpretazioni del progetto urbano. Nessuno dei progetti urbanistici giungerà a realizzazione.

Migliore fortuna sulla scena bolognese ha avuto il Bottoni architetto: A Bologna e a Imola egli tocca anzi alcuni dei punti più alti della sua vicenda di architetto.

Villa Muggia nel podere Bel Poggio a Imola, 1936-38 , progettata con Mario Pucci, oggi ridotta a una rovina, è un capolavoro dell'architettura del novecento.

Il Circolo ippico in via Siepelunga a Bologna, 1937-40 , distrutto dai bombardamenti negli ultimi mesi del 1944, è un'opera d'eccezione nel panorama del Razionalismo italiano.

Il Monumento ossario dei partigiani alla Certosa di Bologna, 1954-59 , opera che fonde scultura e architettura in un canto civile, ha ricevuto il premio In-arch per l'Emilia Romagna 1961.


ARCHIVIO PIERO BOTTONI
Dipartimento di Progettazione dell'architettura Politecnico di Milano 38/a, via Durando, 20158 Milano
tel. +39 -0223995827 fax +39 -0223995801
e-mail: archivio.bottoni@biblio.polimi.it 
http://bottoni.dpa.polimi.it

pubblicato in data: