Open House 2019 | Una selezione di oltre 20 tappe e appuntamenti da non perdere

Roma, 11 -12 maggio 2019

Cresce di anno in anno l'offerta di Open House Roma, che per questa VIII edizione - nel week end dell'11 e 12 maggio - propone ben 195 luoghi, 63 eventi e 15 tour per scoprire la città eterna.

Il tema del 2019 è l'Utilitas, caposaldo della triade vitruviana quale "aspetto che lega il progetto dello spazio al proprio uso, ai bisogni dei suoi fruitori in continuo mutamento, alle trasformazioni del contesto".

Palazzi storici, biblioteche, sedi istituzionali, studi di architettura, giardini, accademie, appartamenti privati etc, apriranno le loro porte accogliendo migliaia di visitatori e curiosi.

Un week end non è certamente sufficiente per visitarli tutti, ecco quindi una nostra selezione di tappe suddivise per tematiche, per semplificare la scelta all'interno della grande offerta.

Modalità di accesso variabile a seconda dei luoghi

  • Accesso libero per ordine di arrivo
  • Registrandoti ed effettuando la prenotazione online su www.openhouseroma.org. In alcuni casi, quando indicato, per accedere al luogo sarà necessario registrare il proprio documento d'identità e presentarlo in occasione della visita.

Studi di architettura e Laboratori

Come sono strutturati gli studi di architettura e gli spazi di lavoro? Questa è la buona occasione per scoprirlo!

1. Studio Alvisi Kirimoto

sabato | viale Parioli 40

Fondato nel 2002 da Massimo Alvisi e Junko Kirimoto, negli anni lo studio ha conquistato un posto nel panorama dell'architettura internazionale grazie al suo approccio basato sul dialogo con la natura, la rigenerazione urbana e l'attenzione ai temi sociali.

Tra i tanti progetti ricordiamo lo stabilimento industriale Medlac Pharma a Hanoi, Vietnam, il Complesso di piccole e medie industrie Incà a Barletta, la nuova sede direzionale di Molino Casillo, la ristrutturazione dell'Alexandrinsky Theatre a San Pietroburgo; la Cantina Podernuovo a Palazzone, Toscana, gli uffici direzionali per un cliente privato a Chicago e l'Aula Magna della LUISS Guido Carli.

Prenotazione obbligatoria

Foto: Courtesy of Open House Roma

2. Studio Schiattarella Associati

sabato | piazza Mincio 2, 4° piano

Situato nell'attico di Palazzo Cabiria, nel Quartiere Coppedè, lo Studio Schiattarella si caratterizza per il monumentale ingresso ad arco con motivi decorativi a coda di pavone. Gli spazi sono stati recuperati con interventi minimali, mantenendo gli elementi esistenti ed unendoli ad alcuni pochi ed essenziali interventi di rinnovo. Lo studio ospita disegni e modelli di diversi progetti realizzati nel mondo.

Dal loggiato si gode il panorama esteso sui Castelli Romani, fino ai Monti Tiburtini e l'arco di montagne che circondano Roma.

Prenotazione obbligatoria

Foto: © Luigi Filetici

3. Studio mp2A

sabato | via Buonarroti, 30

Studio di progettazione con l'obiettivo di realizzare architetture integrate con il paesaggio e opere ad alta qualità ambientale, mp2a concepisce il suo studio come uno spazio nel quale possano convergere differenti competenze, discipline ed esperienze professionali, finalizzate alla ricerca progettuale all'avanguardia nel settore delle nuove tecnologie, nel restauro e nella bioarchitettura.

Maggiori informazioni

Foto: Courtesy of Open House Roma

4. Casa Atelier Pintore

sabato | via dei Monti di Pietralata, 294 A

Ricalcando il volume della preesistente officina meccanica - e anticipando la successiva trasformazione del quartiere - l'abitazione rievoca nelle forme domestiche dell'abitare la ricerca formale sull'infrastruttura.

Cemento, ferro e legno sono qui utilizzati con grande cura per il dettaglio, integrati nella struttura che definisce lo spazio fluido e ben strutturato. Nel grande open space a doppia altezza trovano posto il salone, la cucina ed il laboratorio dove vengono realizzate sculture e quadri in una continua contaminazione fra professione ed arte, proseguo naturale della ricerca dell'autore.

È necessario prenotare

Foto: © Marianna Volpe

5. Valle 3.0

sabato | via Gianbattista Tiepolo 13a

Ex capannone industriale negli anni 30, poi trasformato nello storico Teatro "Il Politecnico" negli anni '60, oggi una moderna struttura che ospita lo studio di architettura VALLE 3.0, nato dallo spin off di alcuni ex soci dello Studio Valle.

Nel cuore del quartiere Flaminio, lo studio si sviluppa su due livelli, caratterizzati dal sapiente uso dei materiali e un sistema di copertura a shed: un progetto innovativo, tra edilizia residenziale e industriale, il cui scopo è quello di coniugare tecnologia, arte e creatività.

Inoltre, quest'anno VALLE 3.0 ospita SPACEMAME "Just a short trip" per scoprire in quanti modi si può trasformare uno spazio.

Maggiori informazioni

Foto: Courtesy of Open House Roma

6. Tralevolte | Sala2 architettura | Parco Scala Santa

sabato e domenica | piazza Porta San Giovanni 10

Spazi recuperati circa quarant'anni fa da un gruppo di giovani studenti di architettura, oggi sede dello studio Sala2, attiguo al Pontificio Santuario della Scala Santa, che oggi ospita anche la sede dell'Ass. culturale TRAleVOLTE, che ha come fine il dialogo tra artisti e architetti sulle relazioni fra arte e architettura.

Dal 2008 è possibile visitare l'attiguo giardino del Convento dei Padri Passionisti, il Parco della Scala Santa, ricco di opere permanenti e sculture di numerosi artisti contemporanei. All'interno degli spazi di TRAleVOLTE sarà possibile vedere i lavori presentati dagli artisti invitati durante i dieci anni di attività.

Maggiori informazioni

Foto: Courtesy of Open House Roma

Luoghi speciali

Ci sono luoghi di cui ignoriamo l'esistenza e altri in cui, passandovi davanti, ci viene da pensare a come sarebbe bello visitarli. Edifici che raccontano architetture iconiche.

1. Architettura Radicale

sabato | via della Camilluccia 241

Sede dello studio STASS (G. Ciucci, M. d'Alessandro e M. Manieri-Elia: 1965-1973) - che rappresenta, insieme al GRAU, l'articolazione romana del capitolo dell'architettura radicale - il residence, terminato nel 1970 si presenta come una specie di astronave atterrata nell'area della Camilluccia. Un'architettura simbolica che mantiene le caratteristiche dell'astrazione disciplinare tipica di quegli anni, costituendo una sorta di piccolo teorema della poetica del gruppo di architetti.

Prenotazione obbligatoria

Foto: Courtesy of Open House Roma

2. Centro Stampa Gedi Printing

sabato | via Casale Cavallari, 186

Una visita notturna negli spazi del centro stampa del quotidiano La Repubblica, per scoprire i processi di stampa e vedere l'avvio delle rotative, macchine inventate alla metà dell'800 per consentire la stampa di grosse tirature in tempi brevi. Un lavoro sincrono tra la redazione e la tipografia che garantisce, ogni giorno, la diffusione del giornale.

Prenotazione obbligatoria

Foto: Courtesy of Open House Roma

3. Roma Termini - Ex Cabina ACE

sabato | via Giolitti 62-64, ingresso della Stazione per le Linee del Lazio

Progettato da Angolo Manzoni, come l'originario progetto della Stazione Termini, l'edificio ospita la cabina dell'Apparato Centrale Elettrico. La visita, organizzata grazie all'iniziativa di Fondazione FS, si svolgerà nel bunker sotterraneo, dove si potrà accedere alla sala di comando della stazione e dove è rimasto, integro, l'Apparato Centrale Elettrico per la manovra dei segnali e degli scambi, gioiello della tecnologia italiana dell'epoca.

È necessario prenotare

Foto: Courtesy of Open House Roma

4. Agenzia Spaziale Italiana - ASI

sabato e domenica | via del Politecnico snc

Progettata dallo studio 5+1 AA, l'ASI aprirà le porte al pubblico in un racconto diviso tra architettura e scienza.

Il racconto scientifico, che si avvarrà di modelli in scala e di cimeli originali, sarà incentrato sulla Luna, sull'esplorazione di Marte e altri progetti spaziali. Tutta la parte scientifica sarà descritta da esperti che guideranno gli ospiti alle mostre fotografiche dedicate alla storia dello spazio italiano e dell'ASI, all'esplorazione di Marte.

Infine sarà visitabile la mostra "Space Girls, Space Women" che promuove il ruolo delle donne nel settore spaziale.

È necessario prenotare

Foto: Courtesy of Open House Roma

FAO - Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura

sabato e domenica | viale Aventino

Progettata da Mario Ridolfi e Vittorio Cafiero tra il 1938 e il 1964, il Palazzo della FAO sito in Viale Aventino apre le porte ai visitatori. Il tour prevede la visita delle sale più importanti ed emblematiche dell'Organizzazione, quali la Sala Plenaria - dove si riuniscono i leader mondiali per discutere e prendere decisioni su questioni legate all'agricoltura e alla sicurezza alimentare - e la collezione delle opere d'arte donate dai Paesi Membri.

Inclusa anche la visita alla terrazza panoramica.

Prenotazione obbligatoria

Foto: ©Pier Paolo Cito

Archivi grandi Maestri

Luoghi che non tutti conoscono, ma nei quali, una volta entrati, è bello perdersi tra migliaia di volumi accuratamente catalogati e spesso difficilmente reperibili altrove.

1. Fondazione Bruno Zevi

sabato | via Nomentana, 150

Fondata nel settembre 2002 per onorare la memoria di Bruno Zevi, la Fondazione ha sede in una bellissima villa sulla via Nomentana in cui visse lo stesso Zevi fino al 1938, quando a seguito delle leggi razziali lasciò l'Italia. Aperta al pubblico per la consultazione della biblioteca e dell'archivio, la Fondazione è attiva promotrice di convegni, mostre, pubblicazioni, e di un Premio annuale, a diffusione internazionale, per un saggio storico-critico aperto ai dottori di ricerca.

Maggiori informazioni

Foto: Courtesy of Open House Roma

2. Centro Studi Giorgio Muratore

sabato e domenica | via Tevere, 20

Nato con la finalità di promuovere attività di ricerca sull'architettura dell'800 e del 900, e di conservare il patrimonio archivistico e bibliografico raccolto in quasi un cinquantennio di attività da Giorgio Muratore, il Centro Studi è ospitato nella sede dello studio storico, accogliendo anche un'ampia Biblioteca. L'Archivio si compone di documenti inediti sulla vicenda architettonica e urbanistica romana del Novecento.

Maggiori informazioni

 

Foto: © Flavia Rossi

Accademie a Roma

Tra i luoghi più affascinanti della città, fucine di artisti provenienti da molte parti del mondo, le Accademie contribuiscono a rendere la Città Eterna uno dei luoghi più attivi dal punto di vista artistico-culturale. Tra le tante, eccone alcune da visitare.

1. Villa Maraini - Istituto Svizzero

sabato 11 e domenica 12 | via Ludovisi, 48

Gioiello dei primi del '900 romano, Villa Maraini, attualmente sede dell'Istituto Svizzero di Roma, fu costruita per Emilio Maraini, industriale svizzero di grande successo. Sorge su una collina artificiale ed è circondata da uno splendido giardino. Dalla sua caratteristica torre belvedere, di soli pochi metri inferiore alla cupola di San Pietro in Vaticano, si gode una splendida vista panoramica su tutta Roma.

Prenotazione obbligatoria

Foto: Courtesy of Open House Roma

Accademia di Danimarca

sabato | via Omero, 18

Progettato nel 1967 dal danese Kay Fisher con altri architetti, e restaurato nel 2014/15, l'edificio è espressione del funzionalismo scandinavo, costruito sui contrasti luce-ombra, orizzontale-verticale, natura-artificio.

Prenotazione obbligatoria

Foto: © Jens Lindhe

Residenze private

Come ristrutturare un interno storico, mantenendone l'identità con tocco contemporaneo? Ecco alcuni esempi!

1. Appartamento in Via Visconti

sabato | via Ennio Quirino Visconti 90

L'appartamento si trova nel quartiere Prati, al V piano di un edificio ricostruito all'inizio degli anni '70, caratterizzato da un'ampia finestra su via E.Q.Visconti che inquadra gli edifici di fronte come fossero un "un catalogo degli stili architettonici tipici dell'eclettismo del quartiere". Ristrutturato quest'anno dallo Studio di Architettura Massimo Adario, l'appartamento presenta spazi regolari con pareti rivestite in linoleum di colore celeste o in noce nazionale, fatta eccezione per il volume della cucina, di forma circolare, appoggiato su supporti di legno. All'interno dell'appartamento troviamo le opere di tre artisti, A.Sala, S.Arancio, C.G.Tribbioli, frutto del progetto "The Good Life", nato dalla collaborazione con la Galleria Federica Schiavo.

Prenotazione obbligatoria

Foto: © Omar Golli

2. La casa del Professore

sabato | via Conte di Carmagnola 12

Ristrutturata nel 2017 dallo studio Bada Architettura, la casa, in passato abitata da una vecchia contessa, spogliando le stanze dalle carte da parati a fiori, mette in risalto la ricchezza delle pavimentazioni: ogni ambiente ha graniglie di colore diverso, ritmate dalle soglie in ceramica pennellata a mano. Il corridoio, che strutturava lo spazio della casa, è stato conservato interrompendo il sistema solo nell'ultima stanza, consegnando così al visitatore un inatteso ambiente, invisibile dall'ingresso.

È necessario prenotare

Foto: Courtesy of Open House Roma

3. Domusapiens

Un appartamento degli anni '40 ripensato in chiave contemporanea, tecnologica, che fa della demotica e del design i suoi punti di forza, conferendo fluidità dinamica agli interni.

L'apertura, la spazialità e il dinamismo visivo della zona living, scavata tra le pareti lignee attraverso tagli netti e diagonali, garantiscono un dialogo continuo e modulato con le aree del gioco e del riposo.

Maggiori informazioni

Foto: © Paolo Fusco

4. Casa sul parco

sabato | via Lago di Lesina, 15/17

Situato nel quartiere Trieste, l'appartamento, recentemente ristrutturato, si sviluppa su tre livelli di un villino degli anni '30, punto di incontro tra tradizione e innovazione, grazie al recupero dei tratti originari con reinterpretazioni in chiave contemporanea. L'ampio open space, fulcro della casa, rivisita la vecchia pianta, conferendo alla zona giorno nuova centralità e composizione stilistica collegato con una scala alla sottostante cucina e, da una antica porta indiana, alla zona notte. Materiali moderni, come la resina e le lastre di grande formato, si alternano ad elementi antichi, come le porte in legno lavorate e lo zoccolo alto, sottolineato da modanature.

È necessario prenotare

Foto: © Emiliano Vincenti

Passeggiate

1. Itinerari dell'acqua: passeggiata dal Gianicolo a Piazza Tevere

sabato | via Garibaldi, 30 (a dx della Fontana dell'Acqua Paola)

Una passeggiata per esplorare i percorsi dell'acqua che disegnano la collina del Gianicolo fino al Tevere. Si parte dalla Fontana dell'Acqua Paola, attraversando il Museo Orto Botanico di Roma scendendo poi fino al fiume e attraversando i giardini di Palazzo Corsini e della Villa Farnesina. Un percorso inedito per svelare a poco a poco la bellezza di Roma, scandito da soste ricche di racconti che culmineranno a Piazza Tevere davanti all'opera dell'artista sudafricano William Kentridge "Triumphs and Laments".

È necessario prenotare

Foto: ©Andrea Geyer

2. Km verde al Corviale

sabato e domenica | via Poggio Verde, 389

Il progetto dell'architetto Guendalina Salimei prevede la ristrutturazione edilizia, con cambio d'uso, dei locali del piano riservato ai servizi dell'edificio. La riqualificazione del piano libero ha previsto l'ideazione di forme innovative e condivise dell'abitare, dove le tipologie abitative sono inserite all'interno della maglia strutturale esistente e sono intervallate da spazi pubblici, di relazione, spazi dello stare, una sorta di ampliamento pubblico degli alloggi, uno spazio da condividere e curare insieme. Il piano libero diventa elemento di interruzione "positivo" e "ossatura verde" dell'edificio, un segno orizzontale già pensato da Fiorentino, qui enfatizzato come "piano verde", caratterizzato dall'introduzione dell'elemento naturale, dall'uso del colore verde e l'inserimento di spazi di relazione e di incontro.

Maggiori informazioni

Foto: Courtesy of Open House Roma

Mostre

1. Redenzione: Riscatto di Città @ Roma Smistamento

sabato e domenica | via di Villa Spada, 343

Si torna a parlare di rigenerazione urbana, attraverso un'esposizione interdisciplinare che offrirà una panoramica dell'urbanistica a Roma e spunti per trasformare siti abbandonati in spazi di relazioni. Il progetto mette in mostra edifici dismessi e vuoti urbani di Roma, inquadrandoli come punti da cui far partire il riscatto della città. Attraverso un processo partecipativo che coinvolga cittadini e professionisti verrà realizzata una mappa e un reportage fotografico, per stimolare interventi che rigenerino e creino interazione.

Maggiori informazioni

Foto: © Giacomo Bassi

Per i bambini

1. Workshop di architettura - Studio Costa

sabato 11 - ore 17:00 | piazza Mattei 17

Lo studio Costa, nel cuore dell'antico Ghetto Ebraico, al primo piano di Palazzo Giacomo Mattei, organizza un pomeriggio di workshop per guidare i bambini nella realizzazione di modellini di semplici architetture. L'obiettivo è quello di far prendere confidenza con la costruzione spaziale e volumetrica attraverso l'approccio ludico ed esperienziale. Al termine, una degustazione di vini Torre, azienda vinicola della famiglia Costa.

Nella giornata di sabato è inoltre prevista una visita allo studio e vivere un'esperienza di Realtà Virtuale attraverso l'utilizzo di visori Oculus che permetteranno ai visitatori di entrare virtualmente nei nostri progetti di architettura.

Prenotazione obbligatoria per il workshop

Foto: © Jacopo Tommasini

di Elisa Scapicchio

Maggiori informazioni www.openhouseroma.org

mag 11
mag 12

Open House 2019 | Una selezione di oltre 20 tappe e appuntamenti da non perdere Roma

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: