Memoria e futuro nell'architettura dei cimiteri europei

seminario

Genova, 24 settembre 2004

L'incontro è organizzato dal Comune di Genova e dall'ASCE - Association of Significant Cemeteries in Europe e fa parte delle manifestazioni di Genova Città Europea della Cultura 2004.

Il primo scopo del seminario è di analizzare la singolare importanza architettonica di molti cimiteri europei evidenziando quanto la loro progettazione abbia contribuito all'evoluzione della storia dell'architettura europea.  

Nel secolo XIX infatti, quando grazie all’impegno culturale illuministico, e in molti paesi alle disposizioni amministrative napoleoniche, cessa l’uso di seppellire nelle chiese, le città individuano il cimitero come uno dei luoghi centrali della topografia urbana e ne affidano la progettazione ai loro migliori architetti.

Anche il XX secolo è ricco di episodi straordinari: basti citare il Cimitero nel Bosco a Stoccolma (Lewerentz e Asplund), Patrimonio dell’Umanità; il Cimitero di Žale a Lubiana (Jože Plecnik); il cimitero di Modena (Aldo Rossi e Gianni Braghieri).  

Ancora oggi, anche grazie al crescente ricorso a concorsi internazionali, dai cimiteri viene un impulso alla buona architettura, anche se non si può non prendere atto del visibile calo nelle attenzioni per questi siti avvenuto nel secondo dopoguerra.  

Interverranno esperti di tutta Europa sia sulla storia dei cimiteri che su progetti e idee per il presente e il futuro.

Ulteriori informazioni

pubblicato in data: