Tradizione e Modernità

mostra

Nanjing, 17 novembre 2005

 Il 17 novembre si terrà presso il Museo dell'Arte della città di Nanchino, nella Cina orientale, l'inaugurazione della mostra di architettura "Tradizione e Modernità".

L'evento è finalizzato all’introduzione conoscitiva in Cina dell’esperienza architettonica italiana sulla riqualificazione del patrimonio architettonico e urbano attraverso soluzioni progettuali innovative, con lo scopo di creare un dialogo tra i due paesi e sollecitare relazioni culturali.

L'esperienza italiana portata in questa mostra è divisa in cinque sezioni di attuale rilevanza, sia per l’Italia che per le correnti tendenze cinesi:
-        paesaggio parchi e giardini;
-        spazio urbano pubblico;
-        inserimento nell’ambiente costruito;
-        riuso e conversione di edifici;
-        archeologia industriale.

I progetti manifestano una pluralità di soluzioni in risposta alla richiesta di un intervento architettonico contemporaneo e hanno in comune la loro interpretazione in chiave moderna del contesto esistente.

In occasione dell’inaugurazione dell’evento si terrà una conferenza nella quale si discuteranno le tematiche della mostra e interverranno rappresentanti della Facoltà di Architettura di Firenze e studiosi cinesi.

L'iniziativa è promossa dal Dipartimento dei Beni Culturali e l’Ufficio del Patrimonio Culturale della Provincia di Jiangsu assieme ai Dipartimenti di Tecnologie dell'Architettura e Design "Pierluigi Spadolini" e di Progettazione dell’Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, e ha come partner la rivista internazionale di architettura AND e la rivista cinese d’architettura e interni ID+C.

L’iniziativa è a cura di Shira Brand e l’organizzazione a cura di DNA Associazione Culturale e Contemporanea Progetti, coordinata da Eugenio Martera.

pubblicato in data: