Emilio Giannelli

mostra

Milano, dal 10 al 25 novembre 2005

Graffiante, ironica, lucida: è la satira. Per una volta all'università, protagonista della mostra di Emilio Giannelli Polisatira che sarà inaugurata giovedì 10 novembre 2005 alle ore 17.30 nell' Atrio del Rettorato del Politecnico di Milano in Piazza Leonardo da Vinci 32.

Organizzata dal Servizio Cultura dell'Ateneo, la prima personale del celebre autore raccoglie 337 vignette originali pubblicate tra l'ottobre 2003 e il settembre 2005 sulla stampa, su copertine di libri e sulla Breve storia del Politecnico di Milano edita da Polipress e illustrata dallo stesso Giannelli. Sarranno visibili anche alcuni inediti.

Temi degli schizzi la politica, lo sport e il più antico Ateneo milanese, il Politecnico, il cui percorso negli anni viene descritto in undici divertenti vignette.

Per ammirare tutti i disegni della mostra si dovranno visitare le tre sedi milanesi dell'Ateneo: oltre che nell'Atrio del Rettorato del Campus Leonardo, le vignette saranno infatti esposte anche a Bovisa, nel Grande capannone della sede di via La Masa 34 e nella Sala Mostre in via Durando 10.

Imperdibile, infine, l'appuntamento che precede il vernissage. Emilio Giannelli sarà infatti protagonista dell'incontro Polisatira. Meno politica, più Politecnico, alle ore 16.45 in Aula S01, Piazza Leonardo da Vinci 32.

La mostra rimarrà aperta al pubblico dall’10 al 25 novembre, da lunedì a sabato dalle ore 9 alle 19.

L'iniziativa è inserita nell'ambito della cerimonia di inaugurazione dell'Anno Accademico del consorzio Cineas del Politecnico di Milano.

Nato a Siena e di professione avvocato, Emilio Giannelli ha diretto l'Ufficio legale del Monte dei Paschi di Siena e ricoperto la carica di direttore generale della Fondazione della banca toscana. Ma ha sempre coltivato la passione per la caricatura. Per vent'anni ha disegnato vignette per La Repubblica e dal 1991 è il vignettista di prima pagina del Corriere della Sera. Ha collaborato negli anni anche con L'Espresso, Panorama, Epoca e Sette.

Numerose raccolte dei suoi disegni sono state pubblicate da Mondadori, Baldini & Castoldi e Rizzoli, mentre con Marsilio ha pubblicato La Bombetta (2002) e Bushetto (2003). E'stato insignito di numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Casalegno per il giornalismo, il Bordighera per l'umorismo, il Forte dei Marmi per la satira politica e il Premio per il giornalismo culturale.

pubblicato in data: