Continuità dell'esperienza classica

incontri

Milano, 8 - 15 e 22 nov, 6 dic 2005

Per il ciclo Colloqui di Architettura segnaliamo l'incontro

Continuità dell’esperienza classica
di Antonio Monestiroli

ore 15.00, Aula D, Politecnico di Milano, Via Bonardi 3

L'architettura contemporanea propone costruzioni sempre più auto-referenti con forme arbitrarie o gratuitamente assemblate, programmaticamente trasgressive o condizionate dalla ricerca di effetti speciali per attrarre l’attenzione, stupire e promuovere la frequentazione turistica e la percezione distratta dell’architettura.

In architettura infatti, come in tutte le manifestazioni artistiche e scientifiche, oggi si rispecchia il rifiuto di ogni ordinamento in nome di una malintesa "libertà creativa" sostenuta dallo sviluppo della tecnica, che fa a meno degli ordinamenti immutabili e in particolare dell’equilibrio e della misura.

Le possibilità della tecnica sembrano aver reso "inutile" l’apparato disciplinare dell’architettura. Ma proprio la formazione degli architetti evidenzia la necessità di riscoprire l’importanza della teoria per ridare valore alle forme e alla loro capacità di interagire con i modi d’essere, le relazioni sociali, i costumi e l’economia.

Il ciclo "Colloqui di Architettura", è finalizzato a rilanciare la riflessione su questi temi.

I prossimi appuntamenti:

Martedì 15 novembre 2005, Discontinuità e soglie, Sergio Crotti, aula D

Martedì 22 novembre 2005, Architettura e comunicazione: il caso Milano, Pierluigi Panza, aula D

Martedì 6 dicembre 2005, Architettura tecnica finalità, Vittorio Gregotti, aula S01

Gennaio 2006, Oltrepassare il passato, Emanuele Severino

 

Gli incontri si svolgeranno a partire dalle ore 15.00 presso la sede di Leonardo del Politecnico di Milano.

pubblicato in data: