Dissonanze con Thom Mayne |Morphosis|

conferenza

pubblicato il:

Firenze, 30 gennaio 2006, ore 17.30

Osservatorio sull'Architettura / Fondazione Targetti
In collaborazione con l’Assessorato all’Urbanistica del Comune di Firenze e l’Istituto degli Innocenti

Sede: Salone Brunelleschi, Istituto degli Innocenti, Piazza Santissima Annunziata, Firenze

Dopo Norman Foster, Yona Friedman, Bernard Tschumi e Peter Eisenman, il nuovo appuntamento con i grandi dell'architettura contemporanea avrà come protagonista Thom Mayne.

A lui è infatti dedicata la prima lecture della stagione 2006 dell'Osservatorio sull’Architettura di Targetti che, con il contributo critico di Pino Brugellis e Lara-Vinca Masini, cercherà di indagare il complesso mondo che caratterizza il suo straordinario linguaggio architettonico.  

Personaggio d’eccezione a capo dello studio di architettura più innovativo e dissacrante del panorama internazionale, l’americano Thom Mayne |Morphosis| è il vincitore dell’edizione 2005 del Pritzker, il più autorevole premio di architettura al mondo.  

Le opere di Morphosis sono architetture sconvolgenti, dissonanze armoniche piene di energia e tensioni spaziali, schegge di cemento armato, acciaio e vetro capaci di creare un’architettura originale, rappresentativa dell’unicità e della mancanza di radici della cultura californiana e in cui non si vede l’influenza né del modernismo europeo né di quello orientale né della tradizione architettonica statunitense.

La partecipazione è ristretta.
Si prega di dare conferma entro il 23/01/06 della propria presenza scrivendo all’indirizzo e-mail: osservatorioarchitettura@targetti.it o telefonando al numero 055.3791285.