Pergine Valsugana: architettura, arte, cinema, musica, teatro, follia

Idee e progetti per la città e per lo spettacolo. Selezione dei progetti elaborati nell'ambito del laboratorio di Architettura e composizione architettonica - Università di Trento

Pergine, 22 settembre - 5 ottobre 2006

mostre e convegni

Pergine, 22 settembre - 5 ottobre 2006

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRENTO Facoltà di Ingegneria

Laurea specialistica in Ingegneria Edile - Architettura

Laboratorio di Architettura e Composizione Architettonica 3, a.a. 2005-06 - Docenti: Renato Bocchi, Alessandro Giovannini, Nika Grabar, Claudio Lorenzi, Antonio Poças, Vojteh Ravnikar, Emanuela Schir, Matteo Zambelli  


La mostra, ospitata nelle sale del Castello, espone una selezione di circa dieci progetti fra gli oltre trenta elaborati dagli studenti nell'ambito del laboratorio, offrendo una gamma di soluzioni originali e talvolta audaci, che hanno soprattutto il merito di evidenziare il potenziale creativo per la reinterpretazione e lo sviluppo dell'identità culturale di Pergine offerto dalle testimonianze del suo passato e dalla sua più recente vocazione turistica.  

I corsi e il laboratorio di Architettura e composizione architettonica 3 del corso di laurea in Ingegneria edile - architettura dell'Università di Trento, diretti dai prof.ri Renato Bocchi, Emanuela Schir e Matteo Zambelli, con la collaborazione dei prof.ri Antonio Poças (Università Lusiada di Lisbona) e Vojteh Ravnikar (Università di Lubiana) e degli arch.ti Alessandro Giovannini e Claudio Lorenzi, hanno sperimentato, con un folto gruppo di studenti, varie ipotesi progettuali per il rilancio del sistema culturale e ricreativo della città di Pergine, a partire dalla sua tradizione di spettacolo (teatro, cinema, festival Pergine Spettacolo Aperto) e pensando anche alla memoria dell'ospedale psichiatrico e quindi della follia.

I progetti redatti propongono in vario modo un ripensamento dell'identità culturale di Pergine, ipotizzando la realizzazione di un sistema integrato di attrezzature e di itinerari per lo svago, la cultura e lo spettacolo, che intende rileggere i rapporti fra il nodo d'ingresso alla città storica (incrocio dell'Alba e viale degli Alpini), il complesso architettonico della chiesa di Santa Maria, l'ex-manicomio e il suo vasto parco, e la salita al castello. In tal modo si sono voluti rileggere, tramite l'intervento architettonico, i rapporti fra la città e il paesaggio e fra la città e la sua storia. Nell'ambito del sistema progettato, è stata considerata anche, in via ipotetica, la ricollocazione del teatro-biblioteca attualmente in fase di costruzione su progetto dell'arch. Roberto Ferrari, il quale è intervenuto durante il corso a illustrare il suo progetto, offrendo un utilissimo contributo per la comprensione delle tecniche del progetto teatrale.

 

Inaugurazione della mostra:
giovedì 21 settembre, ore 17.00
con l'introduzione del prof. Giorgio Cacciaguerra,
presidente del corso di laurea in ingegneria edile - architettura dell'Università di Trento

Orari h. 10.00 - 19.00 - Sala del Balcone, Castello di Pergine

www.castelpergine.it

pubblicato in data: