Architettura naturale. Una raccolta critica di costruzioni primarie tra arte e antropologia

ciclo serate d'architettura

Presentazione del volume di Alessandro Rocca. Oltre all'autore interventi di Cino Zucchi, Stefano Brandolini e Franco Raggi.

Milano, 1 marzo 2007, ore 21.00

mostre e convegni

Milano, 1 marzo 2007, ore 21.00

Presso la sede della Fondazione dell'Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano in via Solferino 19, inizierà il nuovo ciclo delle serate d'architettura con l'incontro per la presentazione del volume intitolato "Architettura naturale: una raccolta critica di costruzioni primarie tra arte e antropologia”.

Nel corso della serata interverranno l'autore Alessandro Rocca e gli architetti Cino Zucchi, Stefano Brandolini e Franco Raggi.

Il libro presenta una serie di costruzioni legate direttamente al mondo della natura per la loro localizzazione, i materiali utilizzati, l'impiego minimo di tecniche non artigianali. Opere che utilizzano le risorse dei luoghi, i caratteri specifici del sito, i processi di crescita, i fenomeni spontanei e accidentali e che interrogano il nostro sentimento della natura, suggerendo un approccio più dolce e amichevole, meno antagonista e disattento. Gli autori del volume hanno cercato di allestire una sorta di "museo di carta" che costituisca un'esperienza significativa per il lettore, fatta di spazi inconsueti, materiali grezzi, odori penetranti, da cui trarre nuovi spunti di riflessione sul rapporto che la nostra civiltà e ciascuno di noi intrattiene con la natura. In questi lavori si parla di ecologia, di paesaggio e di ambiente nei termini propri dell'arte: pochi messaggi diretti, ma una forte capacità di proporre nuovi argomenti in sintonia con le emozioni, i sentimenti e la cultura dell'uomo contemporaneo. Un ulteriore motivo di fascinazione risiede nella bellezza singolare, scabra e spesso inquietante che si trasmette con forza attraverso i disegni, la fotografia e il racconto. Gli autori di queste opere provengono da diverse correnti dell'arte contemporanea – soprattutto Art in Nature ma anche Land, Earth, Enviromental, Bio, Conceptual Art – e appartengono a paesi e culture diverse. 

Ingresso libero 

pubblicato in data: