Esplorazioni urbane di design

pubblicato il:

Milano, 17 Maggio 2007, ore 16.00

Laboratorio di Fotografia INDACO_ Politecnico di Milano Sede Bovisa, edificio N_via Durando 10 Milano

Interverranno:

  • Far vedere e far sapere. Che cosa è la semiosi fotografica?
    di Salvatore Zingale
  • Identità del territorio e linguaggi visivi
    di Cristiano Seganfreddo
  • Città animate
    di Niccolò Ceccarelli

RSVP T. 02.2399.5829 e.mail indaco@ceda.polimi.it

Esplorazioni urbane di design propone un percorso nel quale l'immagine fotografica diventa segno urbano nel territorio: attraverso il viaggio narrante dei relatori, si strutturerà via via un ragionamento che, a partire dall'indagine semiotica, porterà la fotografia a configurarsi quale sistema di narrazione del territorio, come modalità di una nuova comunicazione che dal movie passerà alla rappresentazione delle diverse identità del paesaggio.

L'incontro è il quarto appuntamento del ciclo: "Narrare la città. Foto_grafia e comunicazione visiva", iniziativa promossa dal Laboratorio di Fotografia del Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano.

Narrare la città è mirato ad approfondire temi legati al progetto di comunicazione e di rappresentazione delle identità dei territori urbani, con particolare attenzione alle periferie in evoluzione e trasformazione, all'evoluzione tecnologica e alle relazioni con gli archivi fotografici storici, con la memoria e il documento, con l'arte, con la rappresentazione e i nuovi linguaggi visivi.

 


Dal 2 al 15 maggio p.v. presso l'edificio N del Politecnico di Milano_Sede Bovisa _via Durando 10 Milano, sarà possibile visitare la mostra ATLANTI PER I TERRITORI DI NUOVA IDENTITÁ.

 

L'iniziativa, a cura di: Giovanni Baule - Daniela Calabi - Paolo Casati - Vincenzo D'Abbraccio, presenta gli esiti del Laboratorio di Sintesi Finale in DESIGN DELLA COMUNICAZIONE della Facoltà del Design del Politecnico di Milano_A.A. 2006 / 07.

Il tessuto dei luoghi urbani è la trama di un testo in continua trasformazione. Esplorare gli spazi di transizione con l'occhio di un visitatore consente di percepire il 'già visto' con uno sguardo nuovo. Gli Appunti di viaggio, veri carnet de voyage, raccolgono riferimenti per una rilettura dei percorsi urbani.

Le annotazioni di viaggio raccordano memorie e paesaggi reali: una Rappresentazione che mescola il documento con l'immaginazione, l'interpretazione con 'la lingua scritta della realtà'.

Le Mappe di nuovi percorsi, su scale differenti, si sovrappongono fino a creare una guida non convenzionale. La Comunicazione delle possibili nuove identità del territorio è assemblata in contenitori: gli Atlanti, prototipi di formati multisupporto per il viaggio urbano.