La sostenibilità nell'architettura pubblica

convegno

pubblicato il:

Roma, 11 maggio 2007, ore 14.00

Sala Di Liegro, Palazzo Valentini (sede della Provincia di Roma)

Provincia di Roma e ANAB, Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, con il supporto di IN/Arch Master di Architettura Digitale, promuovono il convegno "La sostenibilità nell’architettura pubblica". via IV Novembre, 119 A, Roma

Per confrontarsi su questi argomenti e per conoscere esempi di eccellenza di architettura pubblica sostenibile, Provincia di Roma e ANAB hanno invitato il Ministro dell’Ambiente, On. Alfonso Pecoraro Scanio, che in questi mesi è stato tra i protagonisti principali nella promulgazione dei nuovi orientamenti normativi. A dialogare con il Ministro vi saranno il Presidente della Provincia di Roma, Enrico Gasbarra, Amalia Colaceci, Assessore alle Politiche del Territorio della Provincia di Roma, Giancarlo Allen, Responsabile Nazionale di ANAB, Massimo Pica Ciamarra, vicepresidente IN/ARCH e Marco Moro, caporedattore della rivista “L’architettura naturale” 

Momento centrale dell’incontro sarà la conferenza dell’architetto berlinese Matthias Sauerbruch, titolare con Louisa Hutton di uno dei più interessanti team di progettazione europei e autore di uno straordinario edificio pubblico sostenibile, la sede dell’Agenzia Federale dell’Ambiente a Dessau, in Germania. Si tratta di un complesso per uffici e laboratori che risponde a tutti i requisiti di un’architettura civile sostenibile, dal punto di vista dei consumi energetici, dei materiali e delle tecnologie impiegate ed è dotato di uno dei più grandi impianti geotermici al mondo. La ricerca si estende anche alla configurazione spaziale, e agli aspetti percettivi nell’ambiente di lavoro e nel paesaggio urbano, facendo infine emergere con forza la funzione politica e culturale che l’architettura civile deve svolgere. La sede dell’Agenzia Federale dell’Ambiente infatti, rappresenta concretamente la volontà del Governo Federale e di quello del Land Sassonia Anhalt di cambiare strada dopo un passato che ha lasciato una pesante eredità di devastazione ambientale.  

 

Scarica il programma del convegno (formato PDF)