Spazio Etico C+S

mostra di architettura

Treviso, 11 marzo - 18 aprile 2008

C+S è il marchio degli architetti Carlo Cappai e Maria Alessandra Segantini che propongono un viaggio nella loro idea di spazio.

Inaugurazione: 11 marzo 2008 ore 19.00
via Carlo Alberto 11 Treviso - Piola

In quindici anni di lavoro hanno sviluppato progetti di grande complessità urbana e ambientale anche grazie alla vittoria di concorsi internazionali con l’obiettivo di disegnare spazi in cui la collettività si riconosca, di cui si riappropri, che costruiscano momenti collettivi capaci di generare anche oggi affetto e cura nei confronti della città e del territorio.

 

Spazio etico è un pensiero sulla responsabilità del fare architettura, una responsabilità che fa diventare lo spazio costruito lo scenario della vita che vi scorre dentro, un "recipiente sensibile" per il timbro dei passi sul pavimento, per la musica della pioggia, per il gioco rumoroso dei bambini, per la concentrazione del lavoro, per la pace del sonno notturno.

L’architetto che lavora sullo spazio pubblico e collettivo, case, scuole, ospedali, parchi o infrastrutture è colui che genera, attraverso un pensiero e un agire responsabile, le condizioni attraverso le quali ogni cittadino si riconosca e si riappropri di spazi che gli appartengono in quanto luoghi della collettività.

L’architettura non è una disciplina per gli eletti, è la struttura di base attraverso la quale una piazza comincia a pulsare di vita, un recinto colorato di rosso si riempie di bambini nell’asilo nido di Covolo di Pederobba, un terrapieno ridisegnato in legno diventa memoria di un’antica fortificazione nell’isola di Sant’Erasmo, la luce zenitale disegna il vuoto luminoso del grande parcheggio interrato di Conegliano, uno spazio a tripla altezza è il fondale della vita studentesca fiorentina.

L’architettura è lo sfondo di tutte le nostre azioni e della nostra memoria. E’ territorio di tutti e possibilità di continuare a generare quel fantastico senso di stupore e meraviglia che riempie gli occhi e fa spalancare la bocca ai bambini. In questo senso lo spazio ci guida nel mondo del sogno, come fossimo dentro una grande favola magica.

pubblicato in data: