Contributi per gli ingegneri e architetti aquilani

comunicato stampa Inarcassa

domanda entro il 10 dicembre 2009

Sovvenzioni a fondo perduto cumulabili con contributi reversibili a interessi zero per riparare i danni ai propri immobili, riprendere l'attività professionale, rimettere in piedi lo studio, insomma ritornare a vivere e a lavorare. Questo il pacchetto da 4 milioni di euro varato venerdì dal cda di Inarcassa, la Cassa di previdenza e assistenza degli ingegneri e architetti, per sostenere gli iscritti colpiti dal sisma del 6 aprile scorso.

Non appena arrivato, nei giorni scorsi, il via libera dei ministeri vigilanti alla variazione di budget proposta da Inarcassa, il Comitato nazionale dei delegati ha approvato il regolamento, recepito il 23 ottobre scorso dal cda, che destina ai contributi a fondo perduto una percentuale del 35% nell'ambito dello stanziamento complessivo.

I fondi messi a disposizione da Inarcassa per i colleghi colpiti dal terremoto, quindi, saranno erogati in tre differenti tipologie, cumulabili tra loro, e sulla base di danni documentati. In primis contributi a fondo perduto fino a 10 mila euro per i danni minori agli immobili adibiti all'esercizio della professione (priorità sarà data a quelli inagibili), e per le spese relative ai beni strumentali, agli arredi, al trasloco in altro studio o alla sistemazione provvisoria di quello danneggiato. Gli ingegneri e architetti destinatari dei benefici potranno inoltre chiedere due contributi reversibili e non gravati da interessi: il primo, fino a 20 mila euro da rimborsare in cinque anni, finalizzato alla ripresa dell'attività professionale, il secondo, fino a 100 mila euro da rimborsare in dieci anni, per ripristinare gli immobili di proprietà adibiti a studio professionale (in entrambi i casi la prima rata del rimborso va corrisposta entro il 31 gennaio 2013).

Il testo con i requisiti necessari ad accedere alle provvidenze, come ad esempio l'essere in regola con la propria posizione assicurativa, sarà disponibile nei prossimi giorni sul sito dell'ente www.inarcassa.it

Tutti gli interessati possono inoltrare a Inarcassa la domanda di ammissione entro il 10 dicembre 2009, compilando on line l'apposito modulo. La Cassa provvederà a contattare via mail tutti coloro che hanno già segnalato di avere patito danni a causa del sisma, dando loro tutte le informazioni necessarie ad inoltrare la domanda definitiva.

Inarcassa www.inarcassa.it

pubblicato in data: