Spazio alla Memoria

Un periodo di riferimento e un'ipotesi di budget per l'espansione del Museo Ebraico di Berlino, che la scorsa primavera (e-architect.co.uk) aveva ricevuto l'autorizzazione a costruire altre strutture espositive nell'area del Mercato centrale dei fiori: secondo quando riferito da Architectural Record (archrecord.construction.com), il progetto richiederà circa 10 milioni di euro di investimento -  finanziati con fondi del governo federale e donazioni di privati (artinfo.com) - e poco più di un anno di lavori.  

La nuova ala, che "verrà utilizzata dal Museo Ebraico... per i suoi piani didattici, gli archivi, la biblioteca e i programmi di collaborazione scientifica" (jmberlin.de), dovrebbe infatti essere completata entro la fine del 2011 (archrecord.construction.com). L'edificio risalente alla seconda metà del XX Secolo, in cui fino a oggi si è svolto il Mercato dei fiori, sul lato della Lindenstrasse (jmberlin.de) opposto a quello su cui affaccia il complesso ideato da Daniel Libeskind nel 1999 (daniel-libeskind.com), sarà inglobato nello schema di ampliamento, che porterà anch'esso la firma dell'architetto americano di origine polacca.

Nei prossimi mesi, il trasferimento in altra sede delle attività fieristiche renderà disponibile una superficie di circa 6000 metri quadrati, destinata a contenere il nucleo delle attrezzature integrative, indispensabili per le attività collaterali di  divulgazione: "ogni anno" lo Jüdisches Museum "organizza circa 300 eventi... quali corsi di formazione,... seminari sul materiale d'archivio che prevedono incontri con i sopravvissuti, laboratori teatrali, iniziatie contro l'antisemitismo..." (e-architect.co.uk).  

pubblicato in data: